banner
CuriositàSesso

Tutte le Ragazze si Masturbano?

Condividi l'articolo

banner

Per gli uomini parlare di masturbazione è del tutto naturale sin dall’adolescenza. È in questo periodo che le prime scoperte riguardanti il proprio corpo si accompagnano al confronto con gli amici e alla condivisione delle diverse esperienze. La stessa cosa sembra non accadere per le donne, che almeno stando all’immaginario comune si mostrano molto meno interessate all’idea di provare piacere da sole. E in molti casi affermano di non masturbarsi mai. Ma è davvero così? Le ragazze si masturbano come gli uomini o sono poco attratte da questa pratica?

Le donne si masturbano: sì o no?

A sentir parlare tante donne che storcono il naso alla sola parola, viene spontaneo chiedersi se le donne si masturbano oppure no. Nonostante lo sdoganamento di tante pratiche sessuali e la sempre maggiore facilità con cui si trovano contenuti erotici anche al di fuori dei canali a tema, la masturbazione sembra infatti rimanere un argomento tabù soprattutto all’interno della popolazione femminile. Ma cosa accade in realtà? Perché sembra così difficile trovare donne che si masturbano, ragazze che si toccano e che lo ammettono serenamente?

In effetti secondo una statistica effettuata sull’argomento, la percentuale di ragazze che si masturbano è molto più bassa rispetto a quella degli uomini. Ben il 39% infatti dichiara di non farlo mai. Mentre quelle che non rifiutano l’autoerotismo si lasciano andare in media una volta ogni otto giorni, contro la maggiore frequenza degli uomini che si attestano su una sega ogni sei giorni. Netta è poi la disparità di genere se si guarda a coloro che praticano l’autoerotismo più volte a settimana: 38% per gli uomini, 13% per le donne. Altro dato interessante è quello che riguarda la pratica autoerotica di chi vive una relazione stabile: se gli uomini, infatti, non rinunciano a masturbarsi anche in presenza di una relazione di coppia soddisfacente, le donne impegnate che lo fanno calano sensibilmente.

La masturbazione femminile è quindi ancora un tabù? O ha semplicemente meno appeal rispetto a quanto non accada per i maschietti?

Quanto le donne si masturbano?

Non tutte le donne si masturbano

La differenza tra maschi e femmine per quanto riguarda l’attività masturbatoria è legata a numerosi fattori. Questi spaziano dalle influenze sociali e culturali, fino ad arrivare alla scarsa conoscenza dell’argomento. Frutto purtroppo della reticenza a parlare di educazione sessuale nelle scuole, in particolare nel nostro Paese. Il primo freno è rappresentato proprio dal background culturale di ciascun individuo, come dimostra il fatto che la percentuale di donne che si masturbano aumenta notevolmente al calare dell’età: l’apertura verso i temi sessuali è infatti molto più evidente nelle nuove generazioni rispetto a quanto non accada dalle over 30 a salire, che spesso pagano un’educazione rigida in fatto di piacere fisico.

Storicamente, infatti, la masturbazione è stata quasi sempre demonizzata e considerata un affronto alla moralità, come puoi vedere qui nella storia della masturbazione. Un comportamento quindi da vietare severamente e punire laddove scoperto, ma se per i maschi questo comportamento è stato sdoganato nel corso dei secoli, le donne ancora oggi in alcuni contesti vengono giudicate se solo osano toccare l’argomento.

Alla vergogna di compiere un’azione “sporca”, si aggiunge molto spesso la poca conoscenza dell’anatomia del corpo umano e del piacere che si può trarre dalle proprie zone erogene, altro problema che può essere combattuto soltanto aumentando l’informazione sull’argomento e parlando di più di sesso sia negli ambienti familiari che nelle scuole. Non a caso, oggi che su internet è molto più facile trovare spiegazioni e approfondimenti di questo tipo la lotta agli stereotipi e ai luoghi comuni sembra procedere a passo sempre più spedito.

Occorre però anche dire che la masturbazione non è certo obbligatoria e se, al di là delle motivazioni esposte, una donna non sente l’esigenza di farlo questo non va certamente considerato un problema.

Perché le donne si masturbano (e perché dovrebbero farlo)?

Anche se lentamente, l’attività masturbatoria sembra essere sempre più diffusa e apprezzata anche tra le donne, che finalmente riconoscono l’importanza di esplorare il proprio corpo liberamente e di trarre da esso il massimo piacere, non soltanto quando si è in coppia ma anche da sole. I motivi per cui le donne si masturbano sono sostanzialmente gli stessi che spingono gli uomini a farlo: uno studio effettuato su un campione di 2068 donne ha infatti confermato che la prima motivazione è semplicemente quella di provare piacere e soddisfazione sessuale, seguita dal desiderio di rilassarsi e alleviare lo stress. Meno del 10% delle intervistate ha invece dichiarato di masturbarsi per mancanza o scarsa attività sessuale con un partner.

La pratica dell’autoerotismo è dunque un’importante occasione per abbandonarsi a sensazioni di piacere e ridurre le tensioni, ma va anche considerata come un momento per conoscere meglio il proprio corpo. Specie nell’età dello sviluppo ma non soltanto. Basti considerare che i genitali femminili sono così complessi e ricchi di terminazioni nervose da offrire un ventaglio pressoché infinito di sensazioni, a seconda del tipo di stimolo utilizzato, e masturbarsi permette di comprendere meglio quali siano i propri modi preferiti di provare piacere.

Come si masturbano le ragazze?

come si masturbano le ragazze
Come si masturbano le femmine

Abbiamo dunque potuto osservare che la masturbazione femminile è meno frequente rispetto a quella maschile, tuttavia si presenta molto più variegata e fantasiosa proprio perché le donne possono godere in più modi differenti. A mani nude, con i sex toys o con gli oggetti presenti in casa, le donne si toccano e stimolano le parti interne ed esterne dei genitali secondo la propria personalissima percezione del piacere.

banner

Le mani restano sicuramente lo strumento più diffuso per raggiungere l’orgasmo in solitaria anche per le femmine che si masturbano, che nella maggior parte dei casi dichiarano di concentrarsi soprattutto sui genitali esterni e sul clitoride, vera e propria fonte di godimento, penetrandosi poi in alternativa o in contemporanea con le dita, puntando alla stimolazione del punto G. Sempre più diffusi sono però i sex toys, oggi disponibili in decine di forme e modelli differenti, dai vibratori interni ai dildo, passando per ovetti, palline e tanto altro, tutti sempre progettati per raggiungere nel modo più efficace possibile i vari punti di piacere, con clitoride e punto G ovviamente in pole position.

Un must però sono anche gli oggetti di uso quotidiano che ben si prestano alla stimolazione genitale: strusciarsi su un cuscino è per esempio uno dei modi per masturbarsi più piacevoli in assoluto, ma anche sfruttare la vibrazione dello spazzolino elettrico oppure il sempre amatissimo doccino, che con i suoi getti d’acqua può diventare uno dei migliori “compagni” di gioco.

Quando una donna si masturba a cosa pensa?

Una delle curiosità a cui molti uomini vorrebbero ricevere risposta riguarda le fantasie erotiche femminili durante la masturbazione: quando una donna si masturba immagina scene di natura sessuale? Ed è più attratta da pensieri molto spinti o da situazioni più tradizionali? Anche in questo caso non esiste una risposta univoca, perché molto dipende dalla singola persona.

Una ricerca effettuata su un campione di donne tedesche, per esempio, ha evidenziato come la maggior parte delle ragazze che si sditalinano regolarmente lo fanno immaginando di fare sesso con il proprio partner. Mentre in misura minore si riscontrano fantasie più particolari, come situazioni di pericolo o di violenza che riguardano circa un quinto delle intervistate. Poco sotto il 10% le donne che riferiscono di fare pensieri “inquietanti”, che tuttavia non vengono esplicitati neppure all’interno del sondaggio.

Ma se molte vanno di immaginazione, sempre più alta è la percentuale di coloro che non disdegnano la visione di contenuti pornografici, che in Italia ha superato il 30% del pubblico complessivo secondo PornHub (con una fruizione maggiore nella fascia di età 18-24). Le ricerche effettuate in questo senso permettono in qualche modo di capire anche quali siano i pensieri e le fantasie più frequenti in fatto di sesso, che dunque con tutta probabilità affiorano anche durante l’autoerotismo: il sesso lesbo, per esempio, risulta particolarmente apprezzato così come i video delle categorie amatoriale, blowjob e trans. C’è poi chi ama fetish e bondage e chi invece si eccita guardando uomini che si masturbano a loro volta o fanno sesso tra loro, così come in crescita è la percentuale di coloro che sono attratte da bondage e scene di dominazione.

Ma quindi alle donne piace masturbarsi?

Sempre più consapevoli del proprio corpo e libere dalle imposizioni sociali, oggi le femmine si masturbano senza sensi di colpa e ricercando il piacere fisico nei modi che più rispecchiano la propria natura sessuale e, sebbene vi sia comunque una disparità in termini statistici dovuta anche al fatto che mentre gli uomini vivono l’autoerotismo come una vera e propria esigenza le donne lo affrontano più come un momento di crescita e approfondimento, non è certo sbagliato affermare che anche alle donne piace masturbarsi proprio come piace a chi possiede un pene.

Godere da sole è, d’altronde, un’esperienza unica e sempre più ragazze si avvicinano a questo argomento senza troppi tabù, mettendo finalmente al centro dell’attenzione se stesse e la voglia di provare il vero piacere.

.....
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *