banner

Qual è il significato di “dogging” e come farlo

Condividi l'articolo

banner

Nell’ambiente scambista, si sente parlare spesso di “dogging”. Eppure, molte persone non hanno ben chiaro quale sia il significato di questo termine e quanto sia legale come pratica. In questo articolo, voglio darti una mano in entrambi i sensi: aiutarti a scoprire il significato di dogging e darti qualche consiglio per praticarlo.

Significato dogging, cosa vuol dire “fare dogging”

“Dogging” è un termine britannico che significa pressapoco “portare a spasso il cane”. In ambito scambista, indica la pratica di:

  • guardare altre persone fare sesso in un luogo pubblico;
  • fare sesso in un luogo pubblico, davanti ad altre persone o con il rischio che altre persone ti vedano.

Si tratta quindi di una pratica che combina esibizionismo e voyeurismo, pur non sovrapponendosi del tutto a nessuna delle due pratiche. Il voyeur classico si accontenta infatti di osservare non visto, online o in presenza. Nel caso del dogging, invece, il voyeur è a suo modo parte integrante dell’atto sessuale: la sua presenza, più che evidente, non fa che accendere le persone che si esibiscono.

Per il resto, il termine “dogging” è molto ampio. Benché gran parte degli incontri siano organizzati, si applica anche agli “improvvisati” che fanno sesso in un luogo semi-pubblico. Gli incontri in questione possono essere eterosessuali oppure omosessuali e il numero di partecipante è variabile.

Dato che il “luogo pubblico” è un presupposto fondamentale, spesso il dogging si interseca con il carsex. Occhio, però: non sempre chi si apparta in auto ama esibirsi.

Il dogging è illegale?

Dogging illegale
Fare dogging è illegale?

Per chi partecipa attivamente, fare dogging ha tutti i problemi tipici del fare sesso all’aperto, ovvero implica commettere atti osceni in luogo pubblico: anche quando gli incontri sono organizzati, c’è sempre la possibilità che arrivi qualcuno che non è stato invitato e per nulla contento di ciò che vede.

Per chi partecipa solo da spettatore, la questione è un po’ più complessa. Se la persona si limita a guardare e basta, non dovrebbe avere nulla da temere: non sta molestando nessuno, dato che è stato invitato ad assistere, ed è in un luogo pubblico.

Presupponendo che tutte le persone coinvolte nel dogging siano consenzienti, il voyeur passa dalla parte del torto (almeno agli occhi della legge) solo se si masturba. In questo caso, sta commettendo atti osceni in luogo pubblico come coloro che stanno facendo sesso.

Quali sono i rischi del dogging

Praticare dogging implica soprattutto rischi di tipo legale, per tutte le ragioni viste sopra. Per il resto, i rischi sono quelli tipici del sesso promiscuo: malattie sessualmente trasmissibili, gravidanze, incontri sgraditi o addirittura pericolosi.

Come per lo scambismo in generale, l’importante è che tu comprenda i rischi del dogging e ti muova di conseguenza. Scegliere siti d’incontri affidabili ed evitare di improvvisare è un ottimo inizio, ad esempio.

Se non te la senti di fare dogging ma desideri comunque vivere l’ebbrezza del voyeurismo e dell’esibizionismo, ti consiglio di frequentare le feste per scambisti. Non è la stessa cosa, dato che il tutto si tiene in un luogo privato e quasi sempre al chiuso. Ciononostante, ti consente di osservare persone che fanno sesso o di fare sesso in pubblico senza troppi problemi.

banner

Come farlo per non finire nei guai

Dove fare dogging
Dove fare dogging

Per molte persone, i rischi non fanno che aggiungere pepe al dogging e renderlo più divertente. Ecco quindi qualche consiglio per praticarlo senza finire nei guai o, quanto meno, riducendo di molto le probabilità di finire nei guai.

Informati riguardo alle zone migliori

Come altre pratiche sessuali, anche il dogging ha la propria comunità di appassionati e i propri luoghi di incontro. Questi ultimi sono luoghi pubblici e anche molto frequentati, almeno di giorno; di notte, infatti, si svuotano lasciando campo libero a voyeur ed esibizionisti.

Soprattutto se sei agli inizi, informati su quali sono i migliori posti per fare dogging. Oltre che rendere l’esperienza un po’ più sicura, ti consentirà di trovare altre persone interessate a questa pratica.

Tieni soldi e documenti al sicuro

Fare sesso con una persona sconosciuta aggiunge il brivido della trasgressione e dell’ignoto al tutto, ma anche qualche rischio. Prima di tutto, usa sempre il preservativo: non sai dove sono stati quei genitali, prima di incontrare te. In secondo luogo, tieni soldi e documenti in un posto sicuro in auto: non si sa mai.

Sii discreto

Cosa succede se uno degli sconosciuti che ti trovi davanti non è poi così sconosciuto? Magari è un amico di vecchia data, un collega, il capo… Regola numero uno: se si tratta di una persona “insospettabile” e con la quale non hai un rapporto granché stretto, fai finta di niente. Se invece è uno swinger conclamato, potrebbe scapparci uno scambio di coppia tra amici.

Pulisci prima di tornare a casa

Non è carino lasciare l’area sporca, specie se di giorno è frequentata da famiglie. Prima di andare via, assicurati di buttare preservativi e annessi in un cestino. Se non c’è un cestino a portata di mano, infila tutto in un sacchetto che butterai sulla via del ritorno.

Qualcuno pensi ai bambini!

Mai fare sesso in luoghi frequentati da bambini

Il modo migliore per finire nei guai facendo dogging? Farlo in un posto frequentato da bambini. Evita parchi gioco e cortili scolastici, quanto meno in orari a rischio. Stesso discorso per le aree intorno agli ospedali che, tra l’altro, tendono ad essere frequentate anche di notte.

A questo punto, il significato di dogging dovrebbe esserti ben chiaro: non ti resta che buttarti e provare!


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ENTRA IN TELEGRAM SEX>>>

X