banner
CuriositàSesso

Rituali Tantrici: Come Raggiungere l’Orgasmo dell’Anima

Condividi l'articolo

banner

Nato in India circa 2000 anni fa, il Tantra può essere definito come un sistema di pensiero e di pratiche spirituali che mirano a unire l’energia umana con l’energia cosmica attraverso varie pratiche. Tra queste ve ne sono diverse di natura sessuale. L’idea di fondo è quella secondo cui ogni essere umano possiede una vasta quantità di energia sessuale, che può essere utilizzata per scopi spirituali, aumentando sia il piacere che la connessione con il partner. Ma quali sono i rituali tantrici più importanti?

Cosa sono i rituali tantrici

I rituali tantrici sono un insieme di pratiche spirituali che si basano sulla filosofia del Tantra, una tradizione religiosa e filosofica dell’India che risale a oltre duemila anni fa. Questi rituali coinvolgono la pratica di tecniche yogiche, visualizzazioni, meditazioni, mantra e altri elementi simbolici per cercare di raggiungere uno stato di unione con l’universo e con la divinità.

Nella pratica tantrica, si vede il corpo come un tempio sacro e si possono utilizzare gli atti sessuali per raggiungere la divinità. Tuttavia, Il tantra non si limita solo alla sessualità, ma comprende molte altre pratiche, come la meditazione, la visualizzazione, la respirazione e la recitazione di mantra.

I rituali tantrici possono essere praticati individualmente o in gruppo, e spesso vengono guidati da un maestro o un guru. Non tutti i praticanti del Tantra si impegnano nei rituali sessuali o in altre pratiche, che possono essere considerate controverse o non accettabili da alcune persone o culture, ma in questo articolo vogliamo soffermarci proprio sui riti tantrici che mirano al pieno utilizzo dell’energia sessuale.

Il sesso nel Tantra

Il Tantra è una tradizione filosofica e religiosa si concentra sull’unione tra la dimensione spirituale e quella materiale dell’esistenza, cercando di integrare la vita quotidiana con la pratica spirituale. Il Tantra riconosce che l’essere umano è composto da corpo, mente e spirito, e che ogni aspetto di questa triade è importante per raggiungere l’illuminazione. Pertanto, il Tantra incorpora diverse tecniche e pratiche per sviluppare la consapevolezza e la connessione con il divino.

Nella tradizione del Tantra, l’energia sessuale è vista come una forza potente e sacra, che può essere utilizzata per raggiungere l’illuminazione. Questo ha portato alla nascita di alcune rituali tantrici che coinvolgono l’energia sessuale, come il Tantra yoga o il Tantra sessuale.

Tra i rituali tantrici di natura sessuale troviamo per esempio il Maithuna, il Mudra, il Kriya Yoga e il Pranayama, senza dimenticare Yoni e Lingam, due tecniche di massaggio sempre più diffuse anche nel mondo occidentale. Vediamo meglio in cosa consiste ciascuno di questi riti tantrici.

Sesso tantrico senza segreti: aumenta il desiderio e fa bene alla coppia

Il rito tantrico del Maithuna

Il Maithuna è una pratica sessuale tantrica che coinvolge l’unione fisica tra il maschio e la femmina, rappresentando il principio maschile e femminile universale, al fine di raggiungere l’illuminazione e l’unione con l’universo.

Il Maithuna non è semplicemente una pratica sessuale per il piacere fisico, ma è vista come un rituale spirituale in cui il sesso è un mezzo per raggiungere uno stato di unione e consapevolezza superiore. La pratica richiede una grande attenzione e rispetto per il partner e viene spesso eseguita in un ambiente sacro e protetto.

Questo rituale tantrico può includere diverse tecniche, come la visualizzazione, la respirazione e la meditazione, che la coppia esegue concentrandosi sull’unione delle energie maschili e femminili attraverso il sesso, al fine di equilibrare e risvegliare l’energia Kundalini che si trova alla base della colonna vertebrale.

L’energia Kundalini viene solitamente descritta come un serpente addormentato che si risveglia attraverso le pratiche spirituali, compreso il Maithuna. Quando l’energia Kundalini sale lungo la colonna vertebrale, si dice che attivi i vari chakra del corpo e porti alla purificazione e all’illuminazione.

Rituali tantrici: la pratica sessuale del Mudra

Il Mudra sessuale è una pratica tantrica che coinvolge il controllo delle energie sessuali attraverso la contrazione dei muscoli genitali. Si dice che questa pratica possa portare a un maggiore controllo e intensità dell’esperienza sessuale e può essere utilizzata sia dagli uomini che dalle donne.

Il Mudra sessuale può essere praticato da solo o con un partner. Per eseguire il Mudra sessuale da soli, ci si può sedere in meditazione e concentrarsi sulla contrazione dei muscoli del pavimento pelvico. In maniera simile a ciò che accade nell’esercizio di Kegel. Si può iniziare con contrazioni brevi e ripetute, per poi aumentare gradualmente la durata e l’intensità delle contrazioni.

Quando invece si pratica il Mudra con un partner, si può utilizzare la contrazione dei muscoli genitali per intensificare l’esperienza sessuale, per esempio prolungando e intensificando l’orgasmo.

Il rituale tantra del Kriya Yoga

Il Kriya Yoga è una pratica spirituale che combina meditazione, pranayama (controllo della respirazione) e tecniche di concentrazione per liberare l’energia Kundalini e raggiungere uno stato di unione con il Divino. Nella pratica del Kriya Yoga, ci sono anche tecniche sessuali che vengono utilizzate per sviluppare la consapevolezza e l’energia sessuale.

La pratica sessuale del Kriya Yoga coinvolge l’unione sessuale tra il maschio e la femmina, che rappresentano il principio maschile e femminile dell’universo. Durante l’unione, la coppia si concentra sull’energia sessuale e utilizza tecniche di respirazione, visualizzazione e concentrazione per spostare l’energia Kundalini lungo la colonna vertebrale.

Una tecnica comune utilizzata nella pratica sessuale del Kriya Yoga è per esempio la visualizzazione dei chakra, ossia i centri energetici del corpo. La coppia si concentra sulla posizione dei chakra lungo la colonna vertebrale e utilizza l’energia sessuale per aprire e bilanciare ognuno di questi centri.

Nella pratica sessuale del Kriya Yoga possono essere incluse tecniche di Pranayama, come il controllo del respiro, per aumentare la consapevolezza e il controllo sull’energia sessuale.

banner

Il Pranayama come rito tantrico sessuale

sesso tantrico

Il Pranayama è una pratica yogica che si concentra sul controllo del respiro per promuovere la salute fisica, mentale e spirituale. In questa pratica, si controlla la respirazione per regolare il flusso di prana, ossia l’energia vitale, nel corpo.

Nella pratica sessuale del Pranayama, il controllo della respirazione viene utilizzato per intensificare l’esperienza sessuale e aumentare la sensibilità del corpo. Per esempio, si può utilizzare la respirazione profonda e lenta per rilassarsi e calmare la mente durante il rapporto sessuale, una tecnica questa che può essere molto utile anche per ridurre eventuali sensazioni di ansia che possono danneggiare la prestazione. Inoltre, la respirazione può essere utilizzata per controllare l’orgasmo e prolungare l’esperienza sessuale.

Una tecnica comune utilizzata nella pratica sessuale del Pranayama è la respirazione alternata delle narici o Nadi Shodhana Pranayama. In questa pratica, si utilizza l’alternanza del flusso di aria tra le narici per bilanciare l’energia nel corpo, una tecnica che può essere utilizzata anche durante l’atto sessuale per aumentare la consapevolezza del proprio corpo e del partner.

Il rituale tantrico dello Yoni

Yoni è il termine sanscrito per indicare la vulva, da cui l’omonimo rito tantrico che onora e celebra la sacralità del corpo femminile. In questa pratica, si venera la donna come rappresentazione dell’energia divina Shakti e si invita il partner maschile a partecipare in modo rispettoso e sacro.

Spesso si celebra una vera e propria cerimonia per il rituale tantra dello Yoni, durante il quale si purifica la donna con acqua sacra e oli essenziali. Successivamente, la donna si sdraia sulla schiena e il partner maschile si concentra sulla sua vulva, usando la bocca e le mani per stimolare la zona. L’obiettivo non è solo l’eccitazione sessuale, ma anche quello di connettersi con l’energia sacra della donna e di onorare la sua sacralità.

Durante la pratica, la donna viene incoraggiata a rilassarsi e ad aprire completamente la propria vulva, mentre il partner maschile utilizza la lingua e le mani per stimolare il clitoride, le labbra e altre parti dell’area genitale femminile. La pratica viene eseguita con lentezza e con attenzione ai dettagli, per permettere alla donna di connettersi con la propria energia sessuale e di raggiungere uno stato di estasi spirituale.

Il rituale dello Yoni può essere anche eseguito da donne sole senza un partner maschile e, in questo caso, la donna può utilizzare tecniche di auto-massaggio per stimolare l’area genitale femminile e connettersi con la propria energia sessuale.

Lingam, il rito tantrico che celebra il corpo maschile

Così come lo Yoni mette al centro dell’attenzione i genitali femminili, allo stesso modo il Lingam, termine sanscrito per il pene maschile, celebra il corpo maschile. Nel rituale Lingam, la compagna venera l’uomo come rappresentazione terrena del dio Shiva attraverso una serie di massaggi, a volte utilizzando speciali oli essenziali.

Partendo da una situazione di pieno relax del donatore e del ricevente, il Lingam non ha come obiettivo l’orgasmo maschile ma più specificamente la sensazione di benessere che il rituale può offrire nello scambio energetico tra uomo e donna. I due partner entrano infatti in piena sintonia, sincronizzando e armonizzando corpo e mente per una piena purificazione emotiva e spirituale alla quale si accompagna un piacere fisico naturale e l’eliminazione di blocchi fisici e mentali dovuti a condizioni di stress.

Anche il rituale del Lingam può essere eseguito da uomini soli senza un partner femminile, attraverso tecniche di auto-massaggio.

A cosa possono essere utili i rituali tantrici sessuali

rituale tantra sessuale

Eseguire rituali tantrici può essere utile sotto diversi aspetti, legati sia alla sfera fisica che a quella mentale ed emotiva. Da non considerare come meri atti di natura sessuale, i riti tantrici infatti nascono con l’obiettivo di aiutare l’individuo ad assumere una piena consapevolezza del proprio corpo e delle proprie energie, migliorando anche l’intimità nella relazione con il partner.

I riti tantrici eseguiti in maniera corretta rappresentano uno strumento potentissimo per ridurre lo stress e l’ansia, supportando il rilassamento per entrare in uno stato di calma e benessere, ma anche, come conseguenza di ciò, per aumentare il piacere sessuale intensificando le sensazioni di piacere e l’esperienza orgasmica. Il tutto si lega al concetto di connessione spirituale tra i partner, che nel rituale tantrico possono sperimentare maggiore armonia e intimità su più livelli.

I rituali tantrici non devono sostituire la terapia sessuale professionale, ma possono integrarla per rafforzare la relazione di coppia.

Come si possono imparare i rituali tantrici sessuali

Ma è possibile imparare a eseguire correttamente i rituali tantrici? In linea di massima sì, anche se si tratta di pratiche spirituali e sessuali talvolta complesse, da praticare regolarmente e con un’adeguata formazione. Da questo punto di vista, non è difficile trovare in rete video e risorse online, ma anche libri, che forniscono informazioni dettagliate sul Tantra e sulle pratiche tantriche, tuttavia è importante scegliere fonti realmente affidabili e di qualità per evitare di apprendere pratiche errate.

Un’alternativa più efficace all’auto-apprendimento è la partecipazione a corsi di formazione tenuti da insegnanti di Tantra qualificati, avendo cura di scegliere docenti e centri che abbiano una reale esperienza in materia.

Accanto a lezioni teoriche e dimostrazioni, è essenziale però fare tanta pratica a livello individuale e di coppia, dedicare tempo a mettere in atto quanto imparato ed esplorare la propria sessualità senza fretta. In questo modo, è possibile ottenere il massimo da questi incredibili rituali che possono portare la sessualità a un livello mai sperimentato prima.

.....
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *