banner
Guide

Lo sperma macchia: come risolvere?

Condividi l'articolo

banner

Una cosa negativa di sesso e masturbazione? Le macchie di sperma. Si perché, purtroppo lo sperma macchia. Uno schizzo va nella direzione sbagliata e tac, ecco una bella macchia sulle lenzuola o sui sedili dell’auto. Se poi non te ne accorgi subito e lasci che asciughi… Quello sì che è un bel problema.

In questo articolo ti spiegherò perché lo sperma macchia e come eliminarlo, così da non lasciare nemmeno la minima traccia dei tuoi attimi di passione.

Perché lo sperma macchia

Nonostante lo sperma sia composto in gran parte da acqua, lascia macchie piuttosto brutte a vedersi e aloni. Anche l’odore diventa sgradevole, specie dopo qualche ora. Perché? Facciamo un passo indietro.

Subito dopo l’eiaculazione, il liquido seminale è viscidello e di colore chiaro; a seconda di quante volte sei venuto in giornata e di quanto è diluito, può essere bianco o quasi trasparente, con un gusto dolce o un sapore più o meno pungente. Nel giro di qualche minuto si asciuga e forma una patina trasparente e traslucida. Se aspetti ancora, la patina si indurisce e diventa giallina.

Tutto questo accade perché, pur essendo composto in gran parte da acqua, lo sperma contiene alte quantità di proteine e di zuccheri; il colore giallo è dovuto proprio alle proteine. Il problema è che, una volta denaturizzate, le proteine penetrano nei tessuti e diventano difficili da eliminare. Ecco perché lo sperma macchia ed è difficile da eliminare.

Come si tolgono le macchie di sperma

Quando devi togliere le macchie di sperma, evita che le proteine al loro interno si denaturino. A questo scopo, comportati come quando si devono togliere le macchie di sangue.

  1. Usa acqua fredda, mai acqua calda: il calore denatura le proteine dello sperma e le fissa sui tessuti. Se la macchia è fresca, ti basta buttare tutto in lavatrice con tanto detersivo e usare un lavaggio di massimo 30°C.
  2. Se la macchia ha fatto in tempo ad asciugarsi, gratta via il più possibile con una spazzola morbida.
  3. Bagna il rimanente con un po’ di acqua fredda.
  4. Versa uno strato di bicarbonato sulla macchia umida e forma una pasta. Lascia agire per 15 minuti circa. Il bicarbonato ha il compito di “staccare” le proteine dal tessuto.
  5. Elimina la pasta di bicarbonato.
  6. Lava con detersivo e acqua fredda.

Questo metodo funziona in buona parte dei casi. Eventualmente, acquista uno smacchiatore specifico per le macchie proteiche.

Pulire lo sperma sui vestiti

Se lo sperma è finito su vestiti in tessuto sintetico o vegetale, nessun problema: procedi come visto nel paragrafo precedente. Se invece la macchia di sperma è su un vestito in lana o in seta, le cose si fanno più complicate.

Lana e seta sono proteine animali: un detergente per le macchie proteiche rischia di dissolvere anche parte delle proteine che compongono il tessuto. La cosa migliore rimane quindi agire subito, mettendo il vestito a lavare quando la macchia è ancora fresca.

banner

Se la macchia ha fatto in tempo a seccare, la cosa diventa problematica.

  1. Elimina il liquido seminale secco con un pennello morbido, cercando non non strofinare troppo il tessuto per non rovinarlo.
  2. Tampona la macchia con alcol puro o con acqua ossigenata a 12 volumi, senza strofinare.
  3. Lascia asciugare l’alcol. Ripeti se necessario e lascia asciugare di nuovo.
  4. Lava a massimo 30°C con un detergente specifico.

Tamponare con alcol e acqua ossigenata è anche un modo per pulire lo sperma sui vestiti sul momento, magari a una festa o a un appuntamento fattosi bollente. Il più delle volte, basta cercare una cassetta di primo soccorso per trovare almeno una delle due cose.

Togliere le macchie di liquido seminale da auto, materasso e tappeto

Bello il sesso bollente in auto, ma occhio a non sporcare! Per togliere una macchia di liquido seminale dai sedili dell’auto devi agire pressappoco come visto sopra, ma con qualche accortezza in più.

  1. Inumidisci appena la macchia. Devi evitare che il sedile si bagni.
  2. Tampona la macchia con una pasta di acqua frizzante e bicarbonato.
  3. Lascia agire per 15 minuti.
  4. Elimina il bicarbonato ormai secco con una spazzola. Assicurati di togliere più residui possibile; se serve, aiutati con una aspirapolvere portatile.
  5. Strofina con un panno umido e con poco detergente per la pulizia dell’auto.
  6. Elimina il detergente con un panno umido.
  7. Lascia ad asciugare bene.

Questo metodo è un po’ laborioso, me ne rendo conto. In compenso, elimina sia le macchie di sperma sia eventuali tracce di perdite vaginali, senza aloni né cattivi odori. Inoltre, puoi usare questo stesso metodo anche per togliere le macchie di liquido seminale dal materasso e dal tappeto.

Una macchia di sperma è per sempre?

I metodi visti sopra ti sembrano troppo complicati, una perdita di tempo? Beh, sappi che una macchia di liquido seminale può diventare permanente, se trattata nel modo sbagliato. Ad esempio…

Se lasciata seccare in un luogo caldo ed esposto al sole, come il sedile dell’auto.

Se “lavata” a 60°C, come su una coperta o su un lenzuolo.

Se fatta seccare sul materasso, nella pia illusione che sarebbero bastati acqua calda e olio di gomito per toglierla.

Morale della favola. Prevedi una nottata di sesso selvaggio con una o più persone? Hai due scelte: copri il materasso con un lenzuolo plastificato o segui i consigli visti sopra. Insomma, fai in modo che il divertimento lasci tracce solo nei tuoi ricordi.

.....
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *