banner

Leccare le Tette: Come Eccitare una Donna dal Seno

Condividi l'articolo

banner

Leccare le tette è un gioco delizioso che dà grande piacere nelle performance erotiche, a te che lecchi e a lei che si eccita sentendo il calore bagnato della tua lingua sul suo seno. È una pratica che puoi utilizzare in ogni momento del rapporto sessuale. partendo dai preliminari per lei e durante tutto il sesso. Per avere successo e farla impazzire di piacere è innanzitutto necessario sapere che le parti più sensibili sono l’areola e il capezzolo. Ma ci sono altre informazioni importanti che dovrai tener presente se vuoi dedicarti a questa prelibata attività.

Devi saper che i capezzoli sono molto sensibili al tatto e alla temperatura. Quindi dovrai imparare ad ascoltare la tua partner. Così potrai dosare delicatezza e intensità, e oltre a leccare, potrai usare le dita, le labbra e i denti per farla eccitare sempre di più. Mentre sei intento a leccare le tette potresti usare anche delle soluzioni particolari come cubetti di ghiaccio, morsetti e vibratori per capezzoli. Tutto questo farà godere la tua donna come non mai. Lo sai che solo leccandole le tette puoi farle avere un orgasmo?

Leccare le tette: anatomia

busto di donna nudo con seno in evidenza

L’areola è l’area della pelle pigmentata che circonda i capezzoli. È particolarmente sensibile al tatto e se non la trascuri avrai dei risultati esplosivi. Al centro dell’areola c’è il fiore all’occhiello del seno: il capezzolo. Grazie alle terminazioni nervose presenti, anche la pelle del capezzolo è molto sensibile al tatto. Queste terminazioni nervose sono abbastanza simili a quelle del clitoride o del glande del pene e, quindi, possono essere stimolate sessualmente. Un modo per sapere se un capezzolo è stato stimolato a dovere è l’indurimento. Quando il sistema nervoso simpatico viene attivato dall’adrenalina, i neuroni nel tessuto mammario reagiscono contraendosi. Questo fa sì che i capezzoli diventino eretti e i peli circostanti (anche quelli corti di colore chiaro che coprono il corpo) si drizzino.

Perché dovresti concentrarti sul capezzolo?

I capezzoli femminili sono una grande risorsa per l’eccitazione sessuale di lei. Ma oltre a questo, perché dovresti concentrarti specificamente sul capezzolo? I capezzoli sono una delle zone erogene del corpo e quando sono stimolati nel modo giusto, questi punti possono portare al tuo partner un piacere inimmaginabile.

Non dovresti trascurare nessuna delle zone erogene, ma i capezzoli sono particolarmente sensibili e, come tali, sono un’area su cui concentrarsi se vuoi rapidamente eccitare la tua donna, leccandoli, succhiandoli e mordicchiandoli a dovere.

Leccare le tette; le basi

busto di donna con seno grande e reggiseno leopardato

Prima ancora di iniziare a leccare le tette, è importante disporre di solide basi. Segui questi facili suggerimenti per leccare, succiare, mordere le tette della tua lei fino a farla impazzire di piacere.

Crea l’atmosfera

Se vuoi che la tua partner abbia un’esperienza davvero esplosiva, assicurati che sia a proprio agio e rilassata. Crea un ambiente distensivo ed eccitante allo stesso tempo. Inonda la stanza con profumi afrodisiaci e luci soffuse, potresti usare delle candele profumate per ottenere un ambiente molto suggestivo con un’unica soluzione.

Prendila con calma

Per quanto tu lo possa desiderare, non è mai una buona idea lanciarti sui capezzoli con troppa precipitazione. Come ti ho detto, è una parte molto sensibile.

Baci baci baci

Proprio come con il sesso, dovresti usare i preliminari per mettere la tua partner in vena di farsi leccare le tette e succiare i capezzoli. Inizia con una scia di baci dalle labbra, al collo, al seno, all’areola e infine al suo capezzolo. È un ottimo modo per coinvolgere la tua partner e prepararla al piacere che verrà.

Usa un tocco leggero

Quando inizi a giocare con i capezzoli, è una buona idea cominciare con un tocco leggero. Questo è particolarmente importante se non sei sicuro di quanto siano sensibili i suoi capezzoli. Puoi iniziare con un leggero scorrimento delle dita sull’areola e sui capezzoli. Usa le tue labbra per accarezzare delicatamente l’area e soffia un po’ di aria calda sulle punte del capezzolo. È meglio iniziare in modo leggero e aumentare l’intensità piuttosto che guastare l’esperienza con un’irruenza troppo pesante.

Muovi la lingua

La tua lingua sarà il tuo più grande strumento per leccare le tette, quindi assicurati di usarla bene. Come? Ecco alcune tecniche che consiglio. Usando la punta della lingua, circonda il bordo esterno del suo capezzolo. Per aggiungere un po’ di imprevedibilità al tuo incontro, allarga i cerchi e coinvolgi l’areola. L’areola è molto sensibile, anche se non tanto quanto il capezzolo. I cerchi più ampi le daranno un po’ di respiro, ma aumenteranno anche la sua attesa man mano che ti avvicini sempre di più al capezzolo. Una buona tecnica è quella di variare la dimensione dei cerchi e la velocità con cui li completi. Man mano che i gemiti e i sospiri della tua partner si intensificano, puoi alzare il livello. Puoi farlo usando la lingua per movimenti più rapidi e decisi.

Puoi farlo usando solo la punta della lingua o usando una porzione della lingua posizionando le labbra attorno al suo capezzolo. Solleticare leggermente i capezzoli è un modo sicuro per inviare sensazioni piacevoli ed è anche una buona tecnica da non trascurare. Per prolungare il suo piacere, combina i movimenti della lingua con andamenti circolari. Puoi anche alternare l’azione della lingua con le dita. Gli sbalzi di temperatura intensificheranno le sensazioni mantenendo la tua donna eccitata.

Attento al ritmo

Leccare i capezzoli può essere facile se usi un certo ritmo. Come? Metti le labbra attorno al suo capezzolo e inizia a succhiare con un movimento lento e regolare. Aumenta il ritmo finché non raggiungi la giusta velocità.

Mentre succhi un capezzolo, puoi usare le mani per esplorare ulteriormente il suo corpo. Usa una mano per pizzicare e giocare con l’altro capezzolo e usa l’altra mano per scendere fino alla figa. Presta attenzione alla tua partner per assicurarti di non andare troppo veloce o troppo lento. Non è difficile regolarsi di conseguenza e lei apprezzerà la tua attenzione e capacità di percepire il suo piacere.

Parola d’ordine: alternanza

Attenzione, troppe cose intense tutte insieme, possono diventare eccessivamente stimolanti. Ecco perché dovresti essere sicuro di non concentrare la tua attenzione su un capezzolo troppo a lungo, ma invece dovrai alternarti i tra i due. Quanto spesso dovresti passare da uno all’altro? Questo dipenderà dalla tua partner. Se ti sembrerà sovrastimolata o annoiata, allora è il momento di cambiare. Magari puoi giocare con l’altro capezzolo mentre ne succhi uno. Non è necessario stare sullo stesso capezzolo per lo stesso identico tempo, ricordati solo di non fissarti sempre sulla stessa zona.

Regola l’intensità

Va bene essere delicati, ma se devi iniziare leggero non vuol dire che devi essere leggero per tutto il tempo.

Inizia con baci leggeri e risucchi delicati. Quindi aumenta l’intensità della tua aspirazione o allontanati dal centro del capezzolo per diminuire l’intensità. I diversi livelli di intensità aggiungeranno piacevoli elementi di sorpresa alla tua performance. Tu e la tua partner potrete scoprire se le piacciono anche le tecniche più intense per avere un’esperienza più appagante. D’altra parte devi sempre essere consapevole della reazione del tuo partner e fermarti se l’intensità è diventata troppo forte.

È sempre meglio iniziare in modo leggero e diventare progressivamente più vigorosi. Questo le darà la possibilità di acclimatarsi e la sua maggiore eccitazione le permetterà anche di “gestire” i momenti più intensi. Non sei sicuro di quanto sia troppo per lei? Allora chiedi! La tua partner è la tua migliore fonte di informazioni su tutto ciò che riguarda il suo corpo.

Usa i denti

Devi solo leccare il seno? Se al tuo partner piace unire un po’ di dolore al piacere, usare i denti può essere proprio ciò di cui ha bisogno. Usa i denti per raschiare delicatamente dalla base del capezzolo alla punta. Oppure mordicchia i bordi della sua areola.

Prova diverse temperature

Hai giocato con l’intensità, ma hai pensato a temperature diverse? Per aggiungere un tocco più freddo, metti un cubetto di ghiaccio in bocca e dalle un po’ di fresco soffiando dolcemente sul suo capezzolo. Puoi quindi posizionare il cubetto di ghiaccio tra i denti e portarlo al capezzolo. Se un cubetto di ghiaccio direttamente sul capezzolo dovesse essere troppo, puoi anche aspettare che il cubetto di ghiaccio si sia sciolto, o quasi. Puoi quindi usare la tua lingua fredda per circondare e sfiorare le sue areole e capezzoli.

Vuoi invece riscaldare le cose? Metti un cubetto di ghiaccio o un altro oggetto freddo direttamente contro il suo capezzolo. Quindi toglilo e posiziona la bocca al suo posto. Il passaggio da freddo a caldo le farà venire i brividi lungo la schiena. Puoi aggiungere un po’ di calore con la cera delle candele, sorseggiando una bevanda calda appena prima di succhiare o con un asciugamano caldo.

Aggiungi nuove sensazioni

Ci sono molte sensazioni che potresti aggiungere quando sei intento a baciare le tette e succhiare i capezzoli. Quali sensazioni intendo? Una sensazione in particolare è il formicolio. E come puoi stimolare il formicolio? Con il cibo.

I cibi che provocano un formicolio sulla lingua avranno lo stesso effetto (se non di più) sui suoi capezzoli. Non deve essere un formicolio intenso, ma quanto basta per aggiungere un po’ più di intensità alla suzione dei capezzoli. Puoi iniziare con la menta. Mastica un chewing-gum, bevi della menta o una limonata prima di iniziare a succhiare. Il mentolo della menta porterà un formicolio rinfrescante che si trasferirà al suo capezzolo una volta leccato. Questo può stimolare il flusso sanguigno che sensibilizzerà ulteriormente l’area. Se ti senti di osare (e di assumerti il rischio) puoi anche provare con spezie o salse piccanti.

Giochi per farla godere dalle tette

donna nuda sdraiata su di un fianco che tocca le tette

Hai esaurito le idee su come leccare il seno? O magari la tua lei esige di più? Qualunque cosa sia, questi suggerimenti e trucchi avanzati qui di seguito sono per te.

Morsetti per capezzoli

Se alla tua partner dovesse piacere l’idea, potresti aggiungere dei morsetti ai capezzoli alla tua lista di giocattoli sessuali da provare. Ma cosa sono esattamente i morsetti per capezzoli?

Le pinze per capezzoli sono un giocattolo sessuale con uno scopo principale: intrappolare il sangue all’interno dei tessuti per aumentare la sensibilità. Esistono molte varietà di morsetti per capezzoli e possono essere realizzati con molti materiali. Le varietà più comuni sono note come “pinze a coccodrillo”. Spesso sono costituite da viti regolabili che consentono di modificare la quantità di pressione sul capezzolo.

Ci sono anche morsetti per capezzoli che possono essere attaccati a collari o altri accessori per bondage. Questi morsetti aumentano la pressione in base ai movimenti di chi li indossa e sono un ottimo giocattolo per il piacere, sia da soli che in coppia. La cosa grandiosa dei morsetti per capezzoli è che offrono un modo per dare piacere alla tua partner ed avere contemporaneamente le mani libere,  in modo che tu possa concentrarti su altre attività.

Usa le pinze per capezzoli per mantenere sensibili i capezzoli della tua partner mentre passi dal succhiare i capezzoli ad altre attività. Oppure usali mentre le succhi i capezzoli per un’esperienza extra intensa.

banner

Vibratori per capezzoli

Se il tuo partner è sensibile alla pressione, un vibratore per capezzoli può essere un ottimo modo per stuzzicarli senza causare un’eccessiva stimolazione. Di solito i vibratori per capezzoli si attaccano ai capezzoli come una ventosa e le loro vibrazioni viaggiano dal tessuto mammario all’areola e al capezzolo. Tuttavia, puoi anche usare un vibratore classico. Un piccolo vibratore portatile farà il suo lavoro senza problemi.

Come puoi usarli mentre succhi i capezzoli? Il modo migliore è alternarli. Inizia succhiando uno dei capezzoli del tuo partner. Mentre lo fai, porta il vibratore sull’altro capezzolo e accendilo. È quindi possibile alternare quale capezzolo viene succhiato e quale viene stimolato dal vibratore. Il costante cambiamento delle sensazioni la porterà a un nuovo livello di piacere.

Lubrificanti e oli

Se stai cercando di aumentare l’intensità, i lubrificanti e gli oli possono aiutarti.

Lubrificanti e oli possono rendere i tuoi movimenti più fluidi. Puoi quindi far scorrere le dita o dei giocattoli sessuali sui capezzoli per una sensazione molto piacevole.

Pompe per capezzoli

I capezzoli della tua partner non sono particolarmente sensibili? C’è un modo semplice per aumentare la sensibilità. Come? Con una pompa per capezzolo. Si tratta di un piccolo strumento che viene posizionato attorno al capezzolo. Il meccanismo della pompa, che può essere manuale o elettrico, è in cima alla pompa o collegato a un tubo. Attivando la pompa si crea un vuoto. Questo vuoto tirerà i capezzoli e aumenterà la pressione. Di conseguenza, il flusso sanguigno ai capezzoli aumenterà, causando una maggiore sensibilità.

Come portarla all’orgasmo leccando le tette?

donna che gode dal seno

Leccare il seno di solito fa parte dei preliminari o è una componente del rapporto. Ma cosa succederebbe se ti dicessi che solo leccare le tette può portare il tuo partner all’orgasmo?

Cos’è l’orgasmo del capezzolo?

Ci sono molti tipi di orgasmi che una donna può provare. Questi includono quello clitorideo, vaginale o anale. Ma un altro tipo di orgasmo di cui si parla poco è l’orgasmo del capezzolo. È possibile portare quasi tutte le donne all’orgasmo con la sola stimolazione dei capezzoli. Devi essere paziente, attento e persino creativo.

Alcuni suggerimenti per iniziare…

Riduci al minimo le distrazioni

È possibile che semplici distrazioni rendano difficile l’orgasmo della tua partner. Se vuoi iniziare bene, dovresti ridurre al minimo le distrazioni nel miglior modo possibile.

Spegni tutti i telefoni, chiudi le porte e tira le tende. Dovresti anche spegnere televisori, radio, ecc. Questo vi aiuterà isolarvi dal mondo frenetico esterno.

Nessuna fretta

Se vuoi che si senta veramente a suo agio e, quindi, in uno spazio mentale per l’orgasmo, allora devi farle sapere che hai tutto il tempo del mondo. Quanto tempo le ci vuole per raggiungere l’orgasmo non dovrebbe importare. Potrebbero volerci cinque minuti o un’ora. Ma finché le fai sapere che può prendersi tutto il tempo di cui ha bisogno, non si sentirà sotto pressione.

Questo è il motivo per cui è anche importante che tu “programmi” questo incontro in un momento in cui hai tutto il tempo del mondo. Se hai impegni, lascia perdere e rimanda a quando sarai libero.

Ascolta le sue reazioni

Gemiti, sospiri, rantoli sono tutti modi in cui il tuo partner comunica con te durante il sesso. Anche quando le lecchi le tette. Usa questi segnali per sapere quando continuare con quello che stai facendo e quando cambiare la tua tecnica.

Ci sono anche segnali non verbali da tenere d’occhio. La tua partner si sta allontanando o si sta ritraendo in qualche altro modo? La particolare tecnica che stai utilizzando potrebbe essere dolorosa o eccessivamente stimolante. Si sta spingendo verso di te o si dimena per la gioia? Allora dovresti insistere per portarla all’orgasmo.

Varietà

Tutto annoia dopo un po’. Quindi assicurati di variare durante le tue performance con le tette. Usi spesso la lingua per muoverle i capezzoli? Allora alterna con movimenti circolari più lunghi. Si è abituata alla tua routine e può anticipare la tua prossima mossa? Sorprendila cambiando le tue tecniche e l’ordine in cui le usi. Un po’ di sorpresa può essere la chiave per portarla alla massima eccitazione.

Tutte possono avere un orgasmo ai capezzoli?

Proprio come con altri tipi di orgasmi, ci sono alcune persone che sono più inclini all’orgasmo che deriva dalla stimolazione dei capezzoli. Ma la verità è che quasi chiunque può provare un orgasmo con la stimolazione dei capezzoli.

4 cose da fare mentre lecchi le tette

donna con seno nudo per leccare le tette

Stai cercando di aggiungere più pepe? Ecco alcune idee su cosa puoi fare mentre le succhi i capezzoli.

Stimola il suo clitoride

Aggiungi una piccola quantità di lubrificante sulle dita e inizia lentamente. Puoi aumentare l’intensità dei movimenti man mano che diventa più eccitata, e questo si abbinerà bene al lavoro che stai facendo sui suoi capezzoli.

Inondala di baci

Pensa alla tua performance sulle tette come a una lunga sessione di leccate. Tuttavia, è bene fare una pausa ogni tanto e darle una scia di baci su tutto il corpo. L’intensità del succhiare i capezzoli, alternata al dolce formicolio dei baci, amplificherà i suoi sensi. Non saprà cosa aspettarsi da un secondo all’altro, e questa attesa non farà che aumentare la sua eccitazione.

Stai cercando di aggiungere un po‘ di sorpresa in più? Non dimenticare di dare un bacio (o due!) al suo clitoride.

Introduci giocattoli sessuali

Vibratori, dildo, plug anali e altro ancora. Con l’aiuto dei giocattoli sessuali, puoi compiacere la tua donna in diversi modi contemporaneamente mentre ti concentri nel leccare le tette.

Non hai abbastanza mani per farle tutto quello che vuoi? Incoraggiala a partecipare al divertimento. Questo potrà anche aiutarti a saperne di più su ciò che le piace.

Pratica il bondage leggero

Il bondage all’inizio può intimidire, pratica dunque per prima cosa il bondage dolce. Per iniziare mettile una benda sugli occhi. Usa le manette o una cravatta di seta per legarle le mani. Usa una piuma per stuzzicarle i capezzoli aggiungendo così una nuova forma di eccitazione.

Conclusioni

Hai passato meno tempo a leccare le tette di quanto vorresti ammettere? Hai bisogno di recuperare il tempo perso (e il piacere)? Allora metti in pratica questi consigli su come leccare i capezzoli, baciare le tette ecc.! Con le leccate, i baci e le carezze giuste. Concentrati sulla ricerca di ciò che funziona per te e la tua partner. Ascolta i suoi segnali verbali, e non, e potrai darle il massimo del piacere.


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *