La Psicologia del Traditore Seriale e Come Scoprirlo

Condividi l'articolo

Il traditore seriale non è quasi mai mosso da un desiderio sessuale che non riesce a dominare, ma dal bisogno di appagare il proprio lato narcisistico. Ha un enorme bisogno di sedurre quelle che individua come sue “prede”. Non perde occasione per esercitare il suo fascino sul mondo che lo circonda.

È molto probabile che non scelga nemmeno tra le persone che gli piacciono di più, ma tra quelle più “deboli”. Quelle che individua come più semplici da conquistare.

In questo articolo ti svelerò i trucchi e i segreti per riconoscerlo.

La psicologia di un traditore seriale

Il traditore seriale ha una psicologia ben definita e riconoscibile e con un po’ di furbizia lo puoi smascherare facilmente. Stai attento, però, a non sottovalutarlo.  

Secondo alcuni studi la psicologia del traditore è complessa. Si tratta di una persona che ha avuto traumi nell’infanzia soprattutto legati al distacco dalla figura materna. Sarebbe questa insicurezza acquisita a dare origine alla sua indole infedele. Avere sempre nuove conquiste e relazioni lo aiuta ad appagare momentaneamente il vuoto creato in tenera età. Sembra che nessuna emozione possa davvero placare le sue voglie, a parte l’atto della conquista in sé.

Solitamente il traditore seriale è un uomo bugiardo al punto tale da mentire anche a se stesso, lo stesso vale per la donna, non è una questione sessuale ma è strettamente legata alla ricerca di appagamento mediante il prossimo.

Sono soggetti che spesso hanno due personalità, difficilmente si aprono ad avere relazioni aperte, preferiscono possedere gelosamente l’altra persona ed omettere il tradimento per avere pieno controllo della situazione.

Come si comporta un traditore seriale

Come detto, il traditore seriale ha bisogno di appagare il proprio narcisismo. Le donne traditrici seriali sono spesso bellissime e intelligenti, invece gli uomini traditori sono sicuri di sé e abbastanza piacenti. Di solito hanno molte storie extraconiugali, un profilo socioeconomico medio-alto e pianificano il tradimento alla mattina o nella pausa pranzo. Molti di questi tradimenti, infatti, si svolgono proprio sul posto di lavoro.

Le principali motivazioni per il tradimento sono la noia o l’insoddisfazione sessuale con il partner, oltre all’essere patologicamente narcisisti con l’estremo bisogno di ricevere conferme dall’esterno.

Come scoprire un traditore seriale

Il primo segnale è che fa di tutto per far sentire la propria preda desiderata, tanto da essere irresistibile ai suoi occhi. A volte fa un po’ la vittima in modo da essere consolato e dimostrarsi innocuo. Si può dire che sia la personificazione del principe azzurro, salvo scoprire che del principe azzurro ha proprio poco. Quando la preda è nella sua rete, si svela per quello che è: un narcisista e un traditore che comunque cerca di tenere le sue conquiste legate a lui nonostante il suo “vizietto”.

Un’altra importante caratteristica dell’identikit del traditore seriale è che ama molto il web e vive in simbiosi con il suo cellulare. Frequenta molti siti per incontri extraconiugali, dove trova molte delle sue prede grazie all’aiuto intelligente della tecnologia.

Di solito parla poco con il coniuge mentre lo tradisce e preferisce il silenzio alle giustificazioni vane. È una persona calcolatrice, ovvero soggetto molto furbo che pianifica i tradimenti in modo da non essere mai scoperto, perché difficilmente si lascia prendere dalla passione. La razionalità lo guida anche nel corteggiare e lusingare le sue prede, che scambiano questo atteggiamento per interesse amoroso nei loro confronti.

CLICCA QUI: PER AVERE INCONTRI EXTRACONIUGALI


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *