banner

Fruste BDSM: Quali Tipi Usare nel Sadomaso?

Condividi l'articolo

banner

La frusta è lo strumento tipico del BDSM, è la prima cosa che viene in mente quando si pensa a queste pratiche. Nell’immaginario comune, le feste sono piene di donne bellissime vestite di latex, che brandiscono l’arma per torturare il “malcapitato” di turno. In realtà esistono diversi tipi di fruste BDSM che si usano in modo diverso e, spesso, anche in contesti diversi.

Di cosa sono fatte le fruste sadomaso?

frustini sadomaso

Le fruste da usare nel BDSM possono essere realizzate in diversi materiali, ma quelli più comuni sono i seguenti.

Pelle di vitello

Le fruste BDSM in pelle di vitello sono un ottimo compromesso: da una parte hai il bouquet di odori e di sensazioni date dalla pelle naturale; dall’altra, hai un prezzo tutto sommato abbordabile (almeno per un appassionato). Ciononostante, la pelle di vitello ha qualche difetto.

Nel corso del tempo, la frusta sadomaso realizzata con questo tipo di pelle è incline a rompersi, specie se usata molto e conservata in ambienti troppo umidi o troppo asciutti. Inoltre perde elasticità con il passare degli anni, diventando quindi sempre più difficile da usare.

Pelle di canguro

La pelle di canguro è l’opzione più apprezzata negli Stati Uniti e in Australia, pur essendo relativamente poco nota in Italia. Essendo un materiale meno comune e che richiede un lungo trattamento, le fruste realizzate in canguro sono molto più costose di quelle in vitello; per questa ragione, sono poco adatte a chi deve ancora imparare.

Nonostante il prezzo intimidisca i più, le fruste in pelle di canguro sono quelle più resistenti e adatte al sadomaso. Le fruste di questo tipo sono leggere e flessibili, oltre che belle e caratterizzate dal tipico profumo della pelle.

La pelle di canguro è fino a 10 volte più resistente di quella di vitello, anche in condizioni poco felici. In ogni caso, richiedono una manutenzione costante come le loro colleghe più economiche.

Nylon

Il nylon è un’alternativa in crescita per coloro che non vogliono usare la pelle; si presta bene anche agli appassionati che vivono in zone umide, poco adatte agli oggetti in pelle. Inoltre le fruste di nylon sono mediamente più economiche dei corrispettivi in pelle, nonché più facili da mantenere.

Il problema del nylon sta soprattutto nelle sensazioni: manca l’odore della pelle, il suo calore, l’effetto sulla pelle del sottomesso. Molti lo considerano un materiale freddo e, di conseguenza, preferiscono orientarsi su alternative più naturali.

Tipi di fruste BDSM

fruste sadomaso

I materiali visti sopra si possono usare per realizzare diversi tipi di frusta. Tutti questi hanno in comune l’essere costituiti da un’unica corda intrecciata, attaccata a un manico di legno o flessibile. Gli strumenti con più code o privi di una coda flessibile non sono fruste, in teoria.

Vediamo quali sono le tre tipologie principali

1. Snakewhip

La snakewhip o “frusta a serpente” è quella più presente nell’immaginario comune.

È costituita da:

  • thong, la parte flessibile della frusta, costituita da un nucleo rivestito di pelle intrecciata;
  • fall, la striscia di cuoio a sezione cilindrica fissata all’estremità del thong;
  • cracker, il cordino ritorto e annodato attaccato al fall.

Come avrai notato, manca il manico. La snake è infatti una frusta del tutto flessibile e lunga da 1,8 a 3,7 metri. Queste due caratteristiche la rendono il tipo di frusta più difficile da usare in questa lista, oltre che quella più dolorosa.

banner

L’assenza di un manico rigido rende difficile mantenere una presa salda sulla frusta. La lunghezza del thong rende invece i colpi così veloci da rompere il muro del suono, quindi poco precisi e dolorosi. Per questa ragione, è una frusta poco adatta per chi è agli inizi.

2. Signalwhip

Pur essendo simile alla snakewhip, la signalwhip è più ergonomica e più maneggevole rispetto all’altra frusta. È anch’essa priva di manico rigido ma è anche più corta, grazie all’assenza del fall: il cracker è intrecciato direttamente al thong.

Una signal è lunga circa 1,5 metri, il che la rende meno veloce della snake e quindi più precisa. Inoltre è anche più facile da usare in casa o in un locale, particolare da non trascurare. L’unico neo è l’assenza dello schiocco tipico della snake.

3. Bullwhip

La bullwhip è una sorta di snake con il manico rigido, più facile da maneggiare ma altrettanto veloce e pesante. Essendo molto lunga, i suoi colpi sono così potenti da poter spezzare un mattone.

Da maneggiare con cautela.

Alternative alla frusta classica

bdsm frusta da equitazione

I tipi di fruste visti sopra richiedono tutte lunghi allenamenti, prima di provare a usarle su una persona; sono strumenti tipici del sadomaso più estremo. Gli esperti consigliano di allenarsi su oggetti inanimati, per imparare a colpire il punto desiderato con la forza desiderata. Un ottimo esercizio consiste nel cercare di spegnere una candela con la punta del cracker, senza toccare nemmeno un millimetro di cera.

Non tutti hanno però il tempo o la voglia di imparare a usare la frusta. Ecco quindi tre ottime alternative di frustini sadomaso più semplici da usare ma comunque d’effetto.

Frustino da equitazione: Il frustino è composto da un manico rigido e da un corpo semirigido, in cima al quale c’è una sorta di paletta detta slapper. Quest’ultimo elemento è l’unico a colpire la pelle, con una forza variabile in base alla flessibilità del corpo.

Flogger: Strumento composto da un manico rigido cui sono attaccate strisce flessibili, le cui estremità colpiscono il punto desiderato. Le strisce in questione sono tradizionalmente realizzate in pelle, anche se esistono molte alternative sintetiche.

Nerbo di bue: Le due alternative precedenti ti sembrano troppo “leggere”? Chiudo con una proposta davvero fetente, che incute paura (e godimento) in chiunque vi abbia a che fare: il nerbo di bue. Il nerbo di bue è un frustino realizzato da un pene di toro essiccato e ritorto. Il procedimento rende il frustino particolarmente duro ed elastico, motivo per cui i colpi possono lasciare segni che durano giorni o addirittura aprire la pelle.

Conclusioni

Ora che conosci i tipi di fruste BDSM puoi utilizzarle ognuna nel contesto giusto o variare asseconda dei tuoi gusti. Un consiglio è quello di non usare le fruste in modo inappropriato e informarti se sei agli albori. Tu quale tipo di frusta sadomaso preferisci?


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SU TELEGRAM>>>

X