banner

Come Usare il Lubrificante Anale: Guida per gli Inesperti

Condividi l'articolo

banner

Parlare di sesso anale senza accennare al lubrificante sarebbe davvero molto difficile. L’ano, a differenza della vagina, non ha una sua capacità di autolubrificarsi. Quindi avere rapporti come si suol dire “a secco” potrebbe essere doloroso e in alcuni casi anche impossibile. Per fortuna oggi esistono tanti tipi di lubrificanti anali e quindi il problema non si pone. Basta premunirsi di acquistarne uno in previsione di una serata trasgressiva. Ci tengo a precisare che in questo articolo parlo di rapporti tra uomo e donna solo per semplificare. Ovviamente i consigli sono universalmente validi anche in caso di rapporti omosessuali.

Quali lubrificanti anali scegliere?

Prima di comprendere come usare un lubrificante anale, bisogna saper scegliere il prodotto giusto. Un tempo parlando di questi argomenti scherzosamente si nominava sempre e solo la “vaselina”. Oggi le cose sono molto cambiate ed è possibile trovare tantissimi tipi di lubrificanti per sesso anale, adatti alle esigenze più svariate. Ora ti faccio un elenco delle tipologie più comuni. Potrai acquistarli in farmacia, nei sexy shop, o sui siti online dedicati alla vendita di questi prodotti.

  • Gel a base d’acqua. Il bello dei lubrificanti acquosi è che non ungono, non macchiano, non lasciano addosso sensazione di appiccicaticcio. E non ti costringono necessariamente a lavare le lenzuola dopo un rapporto sessuale. Ma anche loro hanno un contro: l’acqua si asciuga molto in fretta. Se la penetrazione non avviene subito dopo l’applicazione del gel anale, il suo effetto potrebbe svanire. Sempre per lo stesso motivo, è meglio averne a disposizione in buona quantità perché potrebbe servire più di un’applicazione nel corso dello stesso rapporto.

  • Gel al silicone. Più duraturo di quello a base d’acqua, però ha il difetto di non essere compatibile con profilattici e sex toys in silicone che potrebbero rovinarsi durante l’utilizzo.

  • Olio anale. Anche l’olio è da evitare se usate il preservativo, quindi è più indicato a coppie storiche che magari lo fanno senza. Puoi scegliere tra olio di cocco, di mandorle, al burro di Karité: hanno tutti proprietà emollienti ed emanano un profumo gradevole.

  • Creme e pomate. Sebbene il loro utilizzo sia più legato a un uso medico che a quello sessuale, alcune “cremine” come la famosissima Luan sono sempre state usate per i rapporti anali. Specie quando non c’era internet e si provava imbarazzo a ordinare prodotti specifici in farmacia. Alcune contengono anestetici locali (lidocaina) che bloccano le sensazioni di dolore e quindi rendono più facile il sesso anale.

  • Gel desensibilizzanti. Anche questi gel contengono lidocaina, quindi sono particolarmente adatti a chi ha una grande paura di provare dolore.

  • Ingredienti naturali. Può capitare a tutti di trovarsi in una situazione hot ed essere sprovvisti di lubrificante per rapporti anale. Queste cose sono imprevedibili. Personalmente mi sono ritrovato a fare man bassa delle confezioni di burro alimentare dal buffet dell’albergo, che sicuramente fa il suo dovere ma è una cosa d’altri tempi. Se ci pensi bene, a nessuna donna piacerebbe essere unta come una torta da una sostanza appiccicaticcia e che potrebbe anche irritare. Lo stesso vale per l’olio d’oliva. Tienili a mente solo come espedienti d’emergenza ma oggigiorno con tutti i distributori automatici che ci sono meglio correre e recuperare un gel.

Un’avvertenza importante

Nell’elenco che hai appena letto ho citato diversi lubrificanti per sesso anale tra cui prodotti anestetizzanti. Questi calmano il possibile dolore derivante da un rapporto anale. Va benissimo usarli le prime volte per vincere la paura e per riuscire ad avere un rapporto senza traumi, ma non bisogna esagerare. Nel senso che le proprietà anestetiche non ti fanno accorgere se si creano taglietti, microlacerazioni e irritazioni. Quindi potresti perseverare ad avere rapporti pensando che va tutto bene e accorgerti troppo tardi che in realtà ci sono dei problemi.

Come si mette il lubrificante anale

Arriviamo al dunque della guida e vediamo come si mette un lubrificane anale. Anche se sei un principiante non incontrerai difficoltà nell’utilizzo di un lubrificante anale, qualunque tipo tu abbia scelto.

Ecco cosa devi fare:

1. Mettine un po’ sulla punta del dito e spalmalo delicatamente sull’ano, (non ne serve una tonnellata, ad ogni modo meglio abbondare che rischiare di andare a secco).

2. Scaldalo un po’ tra le dita se il contatto dovesse essere troppo freddo, prenditi cura del tuo partner garantendo una giusta temperatura.

3. Penetra delicatamente l’ano con le dita, lentamente, assicurandoti di bagnare tutte le pareti dell’ano. Senza la fretta di infilarlo profondamente anche all’interno dato che durante la penetrazione questo passaggio avverrà naturalmente.

4. Prima di procedere con la penetrazione, lubrifica con le mani il tuo pene o i giocattoli erotici anali che vorrai utilizzare, in questo modo il contatto sarà ancora più fluido e piacevole.

banner

5. Dopo il rapporto è importante lavarsi bene le parti che sono state a contatto col lubrificante. Quest’ultimo potrebbe trasportare eventuali batteri dall’ano alla vagina, creando possibili infezioni. Per questo motivo è importante avere l’accortezza di fare un doccia anale prima di avere rapporti da dietro.

La penetrazione

Una volta che, dopo aver applicato il lubrificante, cominci a penetrarla, vai per gradi. Infila il pene un poco alla volta. Dai il tempo necessario affinché l’ano si dilati progressivamente. Sarà l’ano stesso a darti la concessione per entrare, lentamente, sempre più in profondità. Impara ad ascoltare il corpo.

Quando sarai riuscito a entrare abbastanza a fondo, muoviti molto piano perché puoi provocare dolore non solo quando entri ma anche quando esci. Solo dopo che lei si sarà abituata al tuo movimento lento e graduale, potrai cominciare a muoverti più velocemente.

Devi anche considerare l’esperienza: una donna che ha già provato con diversi partner il rapporto anale sarà più rilassata rispetto ad una donna che non l’ha mai fatto. Quindi se hai a che fare con una persona che non ha dimestichezza con la materia le tue attenzioni dovranno essere triplicate, oppure la paura la farà da padrone e si rifiuterà di fare qualsiasi cosa.

Considera anche questo: probabilmente se è la prima volta che lo fate, lei potrebbe essere troppo tesa e concentrata sulla possibilità di provare dolore per riuscire a provare davvero piacere. Se lo farai nel modo giusto, lei si tranquillizzerà e tutto andrà verso la strada del godimento.

Conclusioni

I rapporti anali sono una questione delicata, specie se siete principianti. Non limitarti a dire “ho messo il lubrificante quindi ora posso andare senza freni”. Non è detto che usare un gel sia sufficiente per farle provare piacere. Il rapporto può essere bello se fatto nel modo giusto, e può essere doloroso se fatto di fretta. Insomma i lubrificanti anali servono, sono molto utili se uniti alla capacità di entrare in simbiosi con il partner.

Quindi è fondamentale che tu sia dotato di pazienza, calma e che tu sappia infonderle fiducia rassicurante in te e in quello che stai per fare. Tieni conto che in un rapporto anale la donna non ha possibilità di frenarti facilmente. Quindi se non si fida totalmente di te avrà paura che tu possa infilarlo dentro tutto anche se lei ti dice “aspetta” e questo può far diventare il rapporto molto ansiogeno.

Usare un lubrificante anale è anche un gesto che la rassicura, le fa capire che tu sai cosa occorre fare e psicologicamente la tranquillizza. La sua presenza è quindi importante, specie le prime volte. Spesso nel sesso anale il vero ostacolo è la paura dell’ignoto (mi farà male? Non mi farà male?) ma una volta presa confidenza lei stessa si renderà conto che non è un’esperienza così forte come si immagina.


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SU TELEGRAM>>>

X