banner
CuriositàSesso

Come si mette un preservativo passo a passo

Condividi l'articolo

banner

In questo articolo vedremo come si mette un preservativo, sì perché, mi spiace darti questo triste annuncio, ma il preservativo è d’obbligo nel sesso occasionale. Nonostante ci siano tanti modi per non mettere incinta una donna, il preservativo rimane l’unico strumento che protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili e consente di fare sesso sicuro.

Considerando il boom di casi di gonorrea e HIV registrato negli ultimi anni, è il caso di ricordarlo.

Proprio perché è così importante, in questo articolo ti spiegherò come si sceglie e come si mette un preservativo. In questo modo potrai goderti il sesso con chi vuoi, quando vuoi, senza brutte sorprese.

Prima di metterlo, come scegliere un preservativo?

Che tu sia nella media o che tu sia il figlio spirituale di Danny D, puoi stare certo di una cosa: non ce l’hai troppo grosso per il preservativo. Esistono infatti preservativi di tutti i tipi e di tutte le taglie, adatti a peni di qualsiasi misura. Può darsi che non si trovino al supermercato o in farmacia, ma li troverai sicuramente online e nei sexy shop.

Se sei una di quelle persone che “non sente niente” quando indossa il preservativo, potresti avere bisogno di un preservativo più grande. Il preservativo della taglia giusta, infatti, dev’essere aderente senza stringere alla base; l’obiettivo è evitare che scivoli via senza però ridurre la sensibilità.

Se il preservativo si sfila durante il rapporto, è probabile che sia troppo grande. Se invece l’anello strizza la base del pene, è probabile che sia troppo piccolo.

Per scegliere il preservativo ti serve solo una misura: la circonferenza del pene. Anche i preservativi più piccoli possono allungarsi ben oltre il necessario, quindi la variabile importante è quanto ce l’hai grosso, non quanto ce l’hai lungo.

  • XS: 7 cm – 10 cm
  • S: 10 cm – 11 cm
  • M: 11 cm – 11,5 cm
  • L: 11,5 cm – 12 cm
  • XL: 12 cm – 13 cm
  • XXL: 13 cm – 14 cm
  • XXXL: 14 cm – 15 cm

Per darti un’idea, Rocco Siffredi porta una XXXL.

Se sei indeciso tra due taglie, provale entrambe e scegli quella con cui ti trovi meglio.

Come indossare un preservativo

Acquistato un preservativo della taglia giusta, il grosso è fatto. Non resta che indossarlo nel modo corretto, onde evitare problemi di qualsiasi tipo. Vediamo dunque, come si mette un preservativo.

Controlla la scadenza

Usare un preservativo scaduto non fa male come bere del latte andato al male, ma è comunque sconsigliabile. La data di scadenza indica infatti la durata del materiale: trascorso quel lasso di tempo, è probabile che il lattice sia diventato fragile e inaffidabile.

Come si mette un preservativo? Porta il pene in erezione

Per mettere il preservativo devi aspettare che il pene sia del tutto in erezione, subito prima della penetrazione. Se ce l’hai solo barzotto, infatti, il preservativo fa fatica a scorrere lungo l’asta e rischia di scivolare via durante il sesso.

Se temi di perdere l’erezione mentre infili il preservativo, trasforma la cosa in un gioco sexy: fattelo mettere dal partner, magari durante una sega o del sesso orale.

Apri la bustina

Sembrerà banale, ma aprire la bustina con troppa foga è il modo migliore per rovinare un preservativo. Per andare sul sicuro, spingi il preservativo verso il basso e strappa lungo il bordo seghettato.

banner

L’immagine dell’uomo che strappa la bustina con i denti è indubbiamente eccitante, ma lasciala a porno e racconti erotici. Nella nostra triste realtà, usare i denti è il modo migliore per addentare anche un angolo di preservativo.

Come si mette un preservativo? Individua il verso giusto

Se il preservativo non si srotola fino alla base, è probabile che sia messo al contrario.

Per individuare il verso giusto del preservativo, hai due modi:

  • guarda la bustina. Marchi come Durex usano il logo per indicare il verso corretto del preservativo;
  • controlla l’anello esterno. Se è messo nel verso giusto, il preservativo dovrebbe essere arrotolato verso l’esterno.

Stringi il serbatoio

Il serbatoio serve per raccogliere il getto di sperma senza che il preservativo si rompa, quindi è importante che sia completamente vuoto. Per eliminare tutta l’aria ed evitare brutte sorprese, stringi il serbatoio tra le dita e poggia il preservativo sul glande.

Come si mette un preservativo? Prima srotolalo

Mentre stringi il serbatoio tra due dita, usa l’altra mano per srotolare il preservativo fino alla base del pene. Assicurati che l’anello stringa quel tanto che basta da evitare che scivoli via.

Lubrificalo (opzionale)

I lubrificanti a base d’acqua e i lubrificanti siliconici si possono usare anche con il preservativo. Evita invece lubrificanti a base grassa, come la vasellina o l’olio: i grassi indeboliscono il lattice e aumentano il rischio di rottura del preservativo.

Cosa fare del preservativo, dopo essere venuto?

I preservativi sono sempre monouso: dopo essere venuto, ti devi fermare quanto meno per sostituire il preservativo. Se riesci a proseguire, devi farlo con un preservativo nuovo.

Per sfilare il preservativo in sicurezza, è meglio uscire dall’ano o dalla vagina quando il pene è ancora in erezione, almeno in parte. Stringi l’anello alla base del preservativo, esci e sfilalo dal pene. In questo modo ti assicuri che non ci siano “perdite” nel partner o, sia mai!, che il preservativo rimanga dentro.

Dalla parte del preservativo

A conti fatti, è tutto molto più facile a farsi che a dirsi: mettere male o rompere un preservativo è pressappoco impossibile, se fai un minimo di attenzione. Soprattutto, ti consente di tirare fuori il meglio da qualcosa che serve a proteggere sia te sia il partner.

Divertiti tanto e bene, ma sempre in sicurezza.

App-controlled Automatic Male Masturbator

.....
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *