banner

Come si fa un Ditalino

Condividi l'articolo

banner

Chi pensa che le donne non si masturbino non ha capito niente della vita. Per molte donne farsi un ditalino è un’abitudine che comincia quando sono piccole e che non abbandonano mai, a prescindere dal loro status sentimentale. Per questo motivo apprendere come si fa un ditalino con maestria vuol dire avere un’arma in più per far godere la donna in uno dei suoi modi preferiti e abituali. Ricordati che i più famosi amatori della storia, più che essere bravi a scopare sono stati apprezzati per il loro sapiente uso della mano e della lingua!

Come si fa un ditalino

come fare un ditalino

Perché devi imparare come si fa un ditalino

È importante sapere come fare un ditalino. Se pensi che l’unico modo di far godere una donna sia quello di infilare il cazzo nella sua vagina e fare bum bum fino a che non vieni, non hai ancora capito il mondo femminile. La figa è un organo complesso, che conosce tanti modi diversi di provare piacere. Ad alcune donne per esempio il sesso penetrativo non piace in modo particolare. Mentre si sentono molto più a loro agio con un rapporto fatto di leccate e carezze. Se quindi non vuoi essere un noioso maschio scopatore senza fantasia che sa solo ficcare il cazzo dentro e spingere, devi comprendere meglio cosa piace davvero alle donne. Chiediti ad esempio come mai moltissime donne e ragazze oggi preferiscono avere rapporti con altre donne. Magari godendo molto di più rispetto a quando andavano a letto con uomini.

L’importanza dei preliminari

Mentre la sessualità maschile è più “primitiva”, ovvero risponde rapidamente a stimoli visivi anche in assenza di particolare coinvolgimento, quella femminile ha bisogno di più stimoli. Prima di arrivare al rapporto sessuale vero e proprio è quindi fondamentale dedicare qualche minuto ai preliminari per lei. Questo per far scaldare il corpo della tua partner e portarlo a un grado di eccitazione sufficiente. Quando parlo di preliminari parlo di baci, di carezze, di sfiorare e succhiare i capezzoli. E ovviamente di iniziare a prendere confidenza con la sua patatina. Comincerai quindi accarezzandogliela, sfiorandola, e piano piano le infilerai un dito dentro per farle un bel ditalino. Fino a che non sarà lei stessa a chiederti di scopare.

Consigli su come si fanno i ditalini

come fare un ditalino

Seguendo questi piccoli consigli riuscirai subito a migliorare nella tua tecnica e ad apprendere come si fa un ditalino ben eseguito.

Non avere fretta

Non c’è niente di peggio di un uomo frettoloso che smanaccia a caso nella figa credendo di ottenere chissà quali risultati. Prenditi il tuo tempo e comincia coccolando la donna con baci e carezze diffuse. Mentre le stai succhiando un capezzolo, scendi con la mano e appoggiala in mezzo alle sue cosce, senza fretta di entrare dentro. Strofina piano su e giù ora il palmo della mano, ora il dorso, accarezzando le sue labbra esterne con dolcezza.

Quando lei comincia a provare piacere, usa il dito indice o il medio non per penetrarla, ma per strofinare l’interno delle labbra. Quando la senti bagnata a dovere, sempre facendoti un po’ desiderare, puoi cominciare a inserire il dito all’interno.

Attenzione alle unghie

Se tu sapessi quanti ditalini sono stati rovinati da una mancata cura delle unghie, non ci crederesti. Assicurati sempre di avere le unghie ben tagliate. Potresti causare un graffio o una piccola lacerazione che le farebbero passare subito ogni fantasia e desiderio di avere un rapporto sessuale con te.

Lubrificazione

Non è detto che una donna sia lubrificata naturalmente già al primo tocco. Specie se lei non è più giovanissima, questa magia della natura diventa sempre meno facile da ottenere, quindi occorre correre ai ripari. Il modo più corretto è quello di avere sempre a portata di mano del gel lubrificante, in modo da agevolare l’introduzione delle dita. In alternativa, succhiati (o fai succhiare a lei) bene il dito prima di introdurlo. In passato, quando i gel non erano presenti nelle case degli italiani, a mali estremi si usavano ingredienti caserecci come burro od olio d’oliva. Non sono però prodotti igienicamente adatti per un uso vaginale.

Come fare un ditalino perfetto

come fare un ditalino perfetto

Come ho detto tante volte, le persone non sono tutte uguali e non esistono regole universali. Però sicuramente i principi che regolano la sessualità hanno delle basi che è utile conoscere per non sbagliare o per non sembrare totalmente inadeguati. Anche fare un ditalino ha le sue piccole strategie e grosso modo ho sperimentato che sono risultate valide con tutte le donne che ho conosciuto.

1. Dedicati al clitoride

Dovresti sapere già cos’è il clitoride: quel piccolo concentrato di terminazione nervose che si trova all’incrocio superiore delle piccole labbra vaginali. Al tatto riuscirai a riconoscerlo come una sporgenza. Per molte donne questo è in assoluto il punto più sensibile a livello sessuale. E quello che se ben stimolato è in grado di portare più rapidamente a un orgasmo.

banner

Approcciati al clitoride con garbo, perché come ho detto è molto sensibile: comincia strofinandolo col palmo aperto della mano, oppure forma una specie di V rovesciata con indice e medio. Accarezzale le piccole labbra, salendo su fino al clitoride e poi ricominciando dal basso. Se il tuo gioco piace, potrai osare di più massaggiandolo con il polpastrello o strofinandolo tra due dita.

2. Comincia a infilare il dito

Quando sei sicuro della sua eccitazione, infila un dito dentro la vagina. Non cominciare subito a stantuffare come un pazzo, ma inseriscilo per metà e comincia ad accarezzarla dall’interno. Fai anche dei movimenti circolari in un senso e nell’altro, e poi piano piano inseriscilo più a fondo cominciando a fare dentro e fuori.

3. Puoi usare più dita

Quando il vostro grado di coinvolgimento diventa veramente bollente, puoi gradualmente provare a inserire un secondo dito (e poi eventualmente anche un terzo) per simulare la penetrazione, entrando e uscendo con più velocità e ritmo se la senti provare piacere.

4. Non essere monotono

Ripetere lo stesso movimento per dieci minuti annoierebbe chiunque, quindi cerca di alternare i tuoi movimenti. Strofina il clitoride, accarezza le labbra, poi infila il dito dentro, penetra, torna fuori e riprendi a strofinare. Introdurre delle variazioni stimola enormemente il piacere e diventa anche più partecipativo da parte tua: se no basterebbe un robot e tu non serviresti più!

5. Non trascurare l’ano

Mentre le stai facendo un ditalino, bagna un dito della mano libera e inizia piano piano ad accarezzarle l’ano. Se vedi che lei gradisce questo gesto e assicurandoti di avere il dito ben lubrificato, prova a inserire solo la punta del dito e non oltre nel suo buchino. Puoi anche rimanere fermo e vedere se lei col bacino spinge per farlo penetrare più a fondo: in quel caso spingi il dito più all’interno e inizia a fare dentro e fuori anche nel culo oltre che nella figa: ci vuole coordinazione a usare tutte e due le mani ma è una cosa incredibilmente eccitante per tutti e due (ovviamente solo se lei gradisce questo tipo di penetrazione).

Farla venire con un ditalino

Già conosco la domanda che stai per farmi: sì tutto bello, ma se la faccio venire mentre la sditalino poi io quando godo? Allora, solitamente questi atti si chiamano preliminari perché appunto preludono al rapporto sessuale vero e proprio e accelerano i tempi del futuro orgasmo. Ma non è affatto detto che un ditalino non possa concludersi con una bella venuta da parte sua, che magari poi potrebbe sicuramente ricompensare il favore facendoti un succulento pompino.

Sarebbe anche molto eccitante masturbarsi contemporaneamente in modo reciproco: tu con il dito nella sua figa e lei che stringe il tuo cazzo in pugno, mentre vi guardate intensamente negli occhi.

Ti assicuro che una coppia che sa darsi piacere in questo modo è una coppia con un’ottima intesa sessuale e sarà bellissimo osservare la partner mentre sta avendo il suo orgasmo, meglio se in contemporanea con il tuo: avrete tutti e due le mani bagnate dal godimento dell’altro e vi sentirete una cosa sola!


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SU TELEGRAM>>>

X