banner

Come Masturbarsi al Femminile

Condividi l'articolo

banner

Scopri come masturbarsi al femminile, un’attività molto piacevole e che apporta anche tanti benefici. Perché questa pratica, non deve essere intesa come qualcosa di proibito, di vietato, come spesso in passato si è tentato di far credere.

Anzi, masturbarsi fa sentire la donna più sicura e consapevole di ciò che vuole, e aiuta a liberarsi dalle inibizioni, che molte volte impediscono di raggiungere l’orgasmo. Anche tu puoi esplorare il tuo corpo liberamente e conoscerlo meglio ti permetterà di rendere più intenso e soddisfacente il sesso di coppia.

Ecco di seguito una guida su come masturbarsi al femminile, con tanti consigli e suggerimenti per praticare l’autoerotismo e migliorare la qualità del sesso.

Tecniche su come masturbarsi al femminile

come masturbarmi

Come masturbarsi al femminile? Cosa fare quando hai voglia di stimolare il tuo corpo ma non sai come fare e pensi “come masturbarmi”? Innanzi tutto devi sapere che non bisogna avere fretta. Se hai deciso che vuoi vivere un momento di piacere tutto tuo devi prenderti tutto il tempo necessario per rilassarti e dedicarti al tuo corpo.

Non puoi pensare di fare tutto in due minuti. Occorre tempo per arrivare all’apice del godimento e hai bisogno di entrare in intimità con te stessa per aumentare il piacere. E allora, come masturbarsi bene per raggiungere l’orgasmo? Ci sono tante tecniche per la masturbazione femminile, e puoi scegliere quella che ti soddisfa maggiormente fra le tante che trovi spiegate qui di seguito.

Come masturbarsi donne, ecco alcune tecniche:

1. Accarezza con le dita il clitoride

Accarezza e stimola il clitoride con uno o più dita. Questa è la tecnica più diffusa, è semplice da eseguire e si può fare un movimento dall’alto al basso oppure da un punto all’altro. Oltre che stimolare il clitoride puoi ampliare la zona e fare lunghe carezze, eseguendo movimenti lenti o rapidi, dolci o intensi.

2. Premi il clitoride

Invece che accarezzarlo, puoi premere il clitoride con l’indice e il pollice oppure con il medio e l’indice. Puoi modificare la pressione e la velocità a seconda delle tue preferenze e gestirle in base a ciò che senti, alle tue percezioni.

3. Muovi le dita a U

Muovendo le dita a U, e seguendo la zona della pelle che sta sotto l’uretra, puoi ottenere orgasmi molto gradevoli. In alternativa, puoi fare un movimento circolare con quattro dita.

4. Il soffione della doccia

Questa tecnica di masturbazione non prevede l’uso delle dita ma del getto d’acqua della doccia. Per stimolare il clitoride bisogna solo che dirigi il getto d’acqua verso di esso, aumentandolo o diminuendolo asseconda di ciò che ti fa sentire più piacere.

Autoerotismo femminile come fare

autoerotismo femminile

L’autoerotismo permette di rilassarsi, di capire profondamente come funzioniamo. Ti permette di insegnare al partner come vuoi essere accarezzata e, perché no, di eccitarlo ancora di più. È anche un modo per coccolarti e volerti bene. E una bella soluzione quando siamo single e non vogliamo nessuno intorno!

Come raggiungere un orgasmo favoloso? Ecco la guida da seguire:

Imposta la giusta atmosfera – ambienta la scena per garantirti il massimo relax. Fai un bagno, ascolta della musica soft, accendi le candele. Fai tutto ciò che ti fa stare bene e ti fa sentire sensuale.

Assicurati la privacy – accertati di essere sola per goderti questo momento nella più totale privacy. Fai in modo che nessuno possa disturbarti. Stacca il telefono, metti le luci soffuse, così potrai concentrarti meglio su te stessa.

Inizia con un massaggio – comincia a rilassare i muscoli e concediti un massaggio. Passa le mani sulle braccia e sulle spalle eseguendo un movimento leggero e deciso. Strofina il collo e lasciati conquistare dalla morbidezza della tua pelle.

Lasciati andare a pensieri sexy – prova a far galoppare la fantasia mentre ti masturbi e pensa a cosa vorresti fare se avessi qualcuno che ti piace tanto accanto a te. Oppure, pensa quello che vuoi e libera la tua mente da tensioni e pensieri negativi.

Non trascurare il seno – il seno è una zona erogena da non tralasciare, quindi toccalo e tira i capezzoli, accarezza tutta la zona mentre scorri con la mano fino al punto dei genitali, e poi risali delicatamente.

Esplora il tuo corpo – soffermati su ogni zona erogena ed esplora tutto il corpo con le mani, così da avvertire le sensazioni di piacere in maniera omogenea.

Penetra la vagina – durante la masturbazione penetrare nella vagina fa scoprire piaceri di cui non eri a conoscenza. Puoi usare le dita o dei giocattoli sessuali per aumentare il piacere. Prima della penetrazione bagna la zona intorno alle grandi labbra e alle piccole labbra con la saliva o in alternativa usa un olio apposito.

Masturbazione al femminile la prima esperienza

masturbazione femminile

Come masturbarsi al femminile quando si tratta della prima esperienza? Puoi usare del lubrificante, così da fare scivolare con maggiore facilità le dita e rendere lo sfregamento molto più piacevole. Inizialmente puoi concentrarti solo sulla zona del clitoride e puoi accarezzarti quando è il momento di andare più giù.

Il massaggio rilassante sul clitoride, eseguito con movimenti leggeri, lenti e circolari, è la scelta migliore per cominciare, e pian piano diventeranno più piacevoli e ti porteranno in un’altra dimensione.

Continua lentamente con il massaggio e cambia movimenti e ritmo, così pian piano scopri quale ti piace di più e quali sono i movimenti che mandano più sensazioni al tuo corpo e al cervello.

Ecco alcuni consigli su come masturbarti se sei alla tua prima esperienza:

Come masturbarsi al femminile: Ricrea nella tua mente particolari e dettagli delle fantasie erotiche a cui aspiri. Pensa solo a quelle nel momento in cui ti stai dedicando a te stessa.

Come masturbarsi al femminile: Regalati gli stimoli giusti – fai attenzione a come muovi le dita e alla pressione che eserciti, a quanta intensità stai mettendo e al calore del corpo che man mano va salendo.

Come masturbarsi al femminile: Coccola il clitoride e stimolalo per trarne il massimo piacere. La zona è molto sensibile quindi al tocco reagirà subito.

Come masturbarsi al femminile: Non concentrarti solamente sulla penetrazione vaginale, ma gioca con le grandi labbra, accarezza il pube. Di seguito scendi fino al clitoride continua a fare massaggi e carezze. Se sei alla tua prima esperienza non ha importanza se non c’è la penetrazione vaginale per arrivare all’orgasmo. Per cui ogni qualvolta deciderai di masturbarti, non sentirti obbligata a farlo.

Come masturbarsi al femminile: Usa il dito medio o l’anulare per svolgere i movimenti, sono infatti quelli più indicati perché non hanno una pressione forte come lo ha invece l’indice.

banner

Come masturbarsi al femminile: Procedi alternando movimenti e ritmi, cambiando l’intensità della pressione, eseguendo movimenti circolari e a tratti lenti e veloci, su e giù. Gioca con le dita e se hai messo il lubrificante tutto sarà ancora più piacevole.

Come masturbarsi al meglio con i sex toys

come masturbarsi con i sex toys

Come masturbarsi bene al femminile? Non ci sono solo le dita, anche i sexy toys sono un valido alleato per masturbarsi bene al femminile. I giocattoli sessuali sono molto eccitanti e sono in grado di condurre all’apice del piacere.

Il dildo è sicuramente il più noto fra i giocattoli sessuali, è un oggetto di forma allungata, più o meno fallica, che viene inserito nella vagina o nell’ano per masturbarsi. Puoi trovarlo realizzato in svariati materiali come silicone, legno, plastica, lattice, metallo e altro.

Il vibratore è invece un oggetto che corrisponde sempre ad un dildo ma contiene al suo interno uno o più motori che gli consentono di vibrare e viene usato per stimolare qualsiasi zona erogena.

Con il vibratore puoi stimolare il clitoride e la zona situata nella parete frontale della vagina che viene identificata come punto G. Puoi provare un orgasmo combinato che ti lascerà profondamente soddisfatta e gratificata.

Altri giocattoli sessuali utilissimi da usare per la masturbazione al femminile e magari da alternare ai precedenti sono le pompette per succhiare il clitoride e le palline della geisha, anche queste molto efficaci.

Tutti i benefici della masturbazione al femminile

i benefici della masturbazione femminile

La masturbazione al femminile, oltre che regalare piacere fisico intenso e appagamento dal punto di vista sessuale, apporta una serie di benefici che sono riconosciuti dagli esperti e che portano a considerare la pratica di autoerotismo addirittura una soluzione per alleviare molti disturbi. Dunque è arrivato il momento di lasciar cadere ogni inibizione e mettere da parte la vergogna o il senso di colpa. Come ancora oggi qualcuno considera la masturbazione nelle donne.

E se fa bene alla salute, è un motivo in più per non considerarla un tabù, anzi, è da praticare più spesso. Proprio per migliorare la qualità della vita e approfittare del tempo dedicato a se stesse per approfondire la conoscenza del corpo e le sue risposte.

Come detto prima, i primi benefici dell’autoerotismo si riflettono sulla relazione, sul rapporto con il partner, che diventa più complice e più forte. Inoltre, con la masturbazione la donna può avere orgasmi multipli e imparando a conoscere bene il proprio corpo può raggiungere l’apice anche più volte. Scopriamo tutti i benefici dell’autoerotismo.

1. Migliora il sesso di coppia

Chi si masturba non vuol dire che non ha un buon rapporto con il partner o magari è insoddisfatta. Assolutamente no, infatti si può praticare la masturbazione al femminile anche quando si hanno rapporti soddisfacenti con il partner.

La masturbazione ha come vantaggio quello di far scoprire le reazioni del proprio corpo e può perfino dare un input al rapporto di coppia, aggiungendo eccitazione, stimolo, ricerca del piacere secondo le proprie esigenze. In un certo senso è corretto dire che le due cose si completano e rendono la coppia più sicura di quello che vuole, e anche più appagata.

2. Migliora l’umore

L’autoerotismo migliora l’umore, proprio perché le sensazioni positive che trasmette al fisico si irradiano anche al cervello. Infatti, il raggiungimento dell’orgasmo stimola la produzione di endorfine e rilascia la dopamina e l’ossitocina, che contribuiscono notevolmente a migliorare l’umore.

Alcune ricerche hanno anche dimostrato che la masturbazione è efficace nel prevenire addirittura alcune forme di depressione. Sono sempre le endorfine a produrre questo beneficio, perché contrastano anche livelli elevati di stress e restituiscono il benessere emotivo perso a causa di ansie e tensioni.

3. Migliora le difese immunitarie

Un effetto positivo della masturbazione al femminile è anche il miglioramento delle difese immunitarie. Praticare l’autoerotismo regolarmente favorisce la riduzione delle infezioni nelle donne, in particolare di quelle a carico delle vie urinarie e della cervice. Inoltre, favorisce anche il mantenimento corretto dei valori della glicemia e migliora le difese immunitarie.

4. Allevia i dolori mestruali

Con il raggiungimento dell’orgasmo la masturbazione svolge sul corpo un effetto analgesico, come se fosse un anestetizzante capace di attutire alcuni dolori. Ed è proprio quello che accade nelle donne, in cui la masturbazione risulta un valido alleato per alleviare i sintomi fastidiosi del periodo premestruale.

È anche ottima durante il ciclo perché aiuta ad alleviare i crampi. Questi effetti sono stati confermati da uno studio scientifico condotto dalla Rutgers University. In pratica, durante l’orgasmo l’area cerebrale è talmente invasa dalle endorfine che il dolore si avverte molto meno, riesce perfino a non essere avvertito.

5. Regolarizza la pressione

A fine giornata o a inizio giornata la masturbazione riesce a tenere sotto controllo perfino valori come la pressione. Se praticata al mattino riesce a garantire tutta l’energia e i benefici di una buona camminata o corsa leggera.

A garantire questo piacevole effetto sono sempre le famose endorfine, che stimolano le azioni del corpo e danno la grinta necessaria per affrontare la giornata. Gli effetti sulla pressione arteriosa sono notevoli e la sua azione è duratura, infatti la pressione per tutto il giorno si manterrà nei valori giusti.

6. Riduce il mal di testa

Gli effetti benefici della masturbazione si ripercuotono anche sul mal di testa. L’azione analgesica esercitata dal rilascio di endorfine in conseguenza dell’orgasmo agisce su svariate forme di cefalea, come quella per esempio causata soprattutto dallo stress. L’autoerotismo allevia sensibilmente il dolore e fa sentire bene, rilassate e distese.

7. Favorisce il sonno

Dopo la masturbazione la donna si stanca sia emotivamente che fisicamente. Gli effetti dell’orgasmo rilassano il corpo e alleviano tensione e insonnia. Non c’è alcun bisogno di ricorrere ad ansiolitici o sonniferi se si soffre di insonnia, una buona pratica di autoerotismo scaccia qualsiasi pensiero negativo e funge da anti-insonnia naturale. Praticato la sera, prima di andare a dormire, aiuta a riposare e a svegliarsi meglio al mattino.

8. Favorisce la circolazione sanguigna

L’autoerotismo femminile aiuta a mantenere sani ed elastici i tessuti e favorisce la circolazione sanguigna. Il benessere fisico è dunque assicurato e combinato con quello mentale produce quello che viene denominato benessere psico-fisico.

Come masturbarsi in sicurezza

masturbarsi al femminile

Per masturbarti al meglio devi seguire alcune semplici regole riguardo l’igiene e la sicurezza. Prima di masturbarti infatti devi eseguire alcuni passaggi importanti che ti permetteranno di praticare l’autoerotismo in maniera del tutto sicura.

Manicure – Prima di tutto controlla le tue unghia: è fondamentale che non siano rotte o in qualche modo danneggiate al punto tale da poter provocare tagli, lesioni o graffi nelle parti intime. Quindi per la tua sicurezza, taglia o lima le unghia prima di masturbarti.

Doccia – Procedi con una doccia total body e prosegui con una doccia intima per una igiene completa.

Pulizia sex toys – Se usi i giocattoli del sesso assicurati che siano puliti e disinfettati correttamente.

A questo punto sei pronta per masturbarti in sicurezza.

Conclusioni

Ora sai come masturbarsi al femminile e puoi mettere in pratica tutti i consigli e le tecniche che hai appena letto. Se hai qualche dubbio riguardo l’argomento non esitare a scrivere qui sotto nei commenti.


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SU TELEGRAM>>>

X