banner

Come Fare una Sega Perfetta al Proprio Uomo

Condividi l'articolo

banner

Spesso capita di sottovalutare l’importanza di fare una sega fatta bene, si pensa comunemente che masturbare il proprio uomo o fargli una pugnetta significhi muovere su e giù la mano come se si stesse mungendo una mucca, nulla di più sbagliato.

La sega può essere un ottimo preliminare prima del sesso o il più piacevole massaggio che l’uomo possa mai ricevere da una donna. L’esecuzione avviene mediante movimenti vari, dolci, bagnati, scivolosi con olio e tatto raffinato. Un mix di stimolazioni fatte da 2 elementi fondamentali:

  • Le mani
  • Il cazzo

Non saper fare una sega nel modo giusto vuol dire perdere l’opportunità di entrare in una sfera ancora più intima ed erotica di quella che comunemente si conosce. Perciò se sei una donna o un uomo che vuole approfondire l’arte del massaggio prostatico e ti stai chiedendo come si fanno le pugnette, con questa guida avrai l’opportunità di capire la psicologia che c’è dietro la masturbazione maschile, come fare una sega perfetta e cosa evitare per rendere l’esperienza unica e indimenticabile.

Come fare una sega

Il potere di fare una sega come si deve, ecco le basi!

Masturbare il tuo uomo ti offre la possibilità esclusiva di stimolare oltre 72.000 terminazioni nervose, dandoti tra e mani un grande potere, quello di decidere del suo godimento suddiviso in 5 parti del suo pene:

  • Glande: è la punta del pene
  • Frenulo: situato sulla parte superiore del pene che unisce la parte inferiore del glande al prepuzio
  • Corona: è la circonferenza della base del glande
  • Perineo: è una linea che scorre dell’ano ai testicoli
  • Base del pene: ovvero la radice del pene

Imparando a stimolare correttamente questi 5 punti, potrai avere il controllo al 100% del piacere maschile. Fare una sega al proprio uomo è come fare un massaggio fatto di movimenti giusti e vari, con la differenza che in questo caso il massaggio produce un senso di eccitamento, godimento, estasi e rilassamento dei muscoli che avviene subito dopo l’eiaculazione.

In oltre, il gioco della masturbazione ti offre l’occasione dir entrare in sintonia con lui e la sua parte più intima e virile, facendo sentire il tuo uomo, amato, desiderato, eccitato e al centro delle tue attenzioni.

Che sia fidanzato, sposato o single, per l’uomo farsi una sega o riceverla è un bisogno fisiologico e psicologico di rigenerazione e creatività. È uno spazio intimo, riservato, fatto di fantasie, desideri erotici, e pensieri a cui poche hanno accesso, e tu che stai leggendo questa guida stai per avere questa possibilità, perciò munisciti di tecnica e strumenti giusti e incominciamo insieme questa avventura.

Accessori per fare una sega perfetta

Probabilmente ti starai chiedendo, quali sono gli accessori per aumentare il piacere durante una masturbazione maschile? La risposta si riassume in questo modo. Devi cercare di riprodurre l’effetto vagina con le tue mani, e per farlo hai bisogno di alcune accortezze. Vediamole insieme:

1. Olio erotico per massaggi prostatici

In molti compiono l’errore di non considerare l’importanza di utilizzare l’olio erotico per massaggi prostatici, eppure se ci pensi, i migliori massaggi vengono fatti proprio oleando le parti del corpo in modo da far scivolare le mani con il minor attrito possibile. Bisogna avvalersi di uno strumento come l’olio, così come ci viene insegnato dai migliori centri estetici cinesi in cui praticano i massaggi happy ending sia all’estero che in Italia.

L’uomo adora la penetrazione vaginale perchè è un ambiente bagnato, scivoloso, stretto, stimolante e piacevole, insomma è il posto giusto per il suo membro, così come l’olio ti da la possibilità di riprodurre lo stesso piacevole ambiente.

2. Crema per idratare le mani

Per aumentare il piacere di stimolazione del pene devi prenderti cura delle tue mani rendendole morbide e idratate utilizzando una crema mani naturale, come ad esempio crema a base di cera di api. Applicando questo prodotto quotidianamente, e lasciandolo agire per almeno 5 minuti, otterrai nel tempo un livello di morbidezza tattile che sarà subito notato da qualsiasi membro maschile tu accarezzerai.

3. Sex Toys per allenare il tuo tatto

Premesso che il miglior allenamento lo potrai fare con il tuo partner, ma dato che non è detto che tu ne abbia uno potresti incominciare la tua esperienza utilizzando un dildo che riproduca nel modo più vicino possibile il pene di un uomo.

Prima di iniziare a fare la sega ecco alcuni accorgimenti

La prima cosa da fare è familiarizzare con il cazzo del tuo partner evitando di commettere alcuni errori che potrebbero rendere l’esperienza poco piacevole. Non bisogna farsi idee sbagliate a proposito. Infatti, anche se ti strapazza e stantuffa senza sosta quando fate sesso, non vuol dire che il suo pene sia insensibile e che serva una stimolazione violenta e frenetica per farlo godere. Al contrario, ricordati che la tua vagina è calda e umida! Il pene di un uomo è un muscolo sensibile quanto la tua zona genitale, se non di più.

Va trattato con dolcezza. Insomma, non è come cercare di accendere un fuoco. Veemenza e irruenza sono la garanzia per un’esperienza terribile, ridicola e magari anche dolorosa.

1. Togli i tuoi anelli

Evita di utilizzare anelli che possano influire negativamente sulla esecuzione del massaggio prostatico. Meglio fare una bella sega liscia e vellutata con le mani libere da decori che possono creare attrito durante il movimento.

2. Fai attenzione alle unghie

Le unghie corte sono ideali per una sega, ma se dovessero essere lunghe, nessun problema. Assicurati che siano curate evitando di provocare graffi con il contatto. L’uomo gradirà la vista delle tue mani muoversi armoniose sul suo pene.

3. Non stringerlo in una morsa

Evita di stringerlo come se lo stessi soffocando. La tua mano deve scivolare delicatamente in modo morbido e oleato percorrendo il pene e stimolando le terminazioni nervose così come farebbe una carezza su di un viso.

Immagina di fare un massaggio morbido, piuttosto che uno energico. I preliminari iniziano molto prima di slacciargli i pantaloni. Gli uomini a volte possono essere molto impazienti e ingordi e bramano una soddisfazione immediata.

È compito tuo prolungare l’attesa, differire il piacere e creare eccitazione. In questo modo quando arriverai finalmente a prenderlo in mano sarà gìà ben eretto e naturalmente lubrificato.

4. Non scordare la stimolazione mentale

Una sega è fatta bene solo se dà piacere a entrambi. Se non ti godi l’esperienza con lui, non ha senso. Masturbare un uomo non vuol dire solo farlo venire, significa partecipare al suo piacere e godersi tutte le implicazioni sexy e piacevoli che ne derivano.

Ai ragazzi piace l’idea che una donna voglia mettergli le mani nei pantaloni e toccare qualcosa che non le appartiene. È sfacciato, un po’ da ragazzacce, quindi potresti anche essere un po’ porca per aggiungere eccitazione.

banner

Difficilmente un uomo chiede esplicitamente a una donna di farsi fare una sega. In primo luogo perché distrugge la fantasia di essere «preso». In secondo luogo, se la ragazza si muove per iniziativa propria, dimostra che è lei che ha voglia di farlo e questo è molto sexy!

Tecniche per fare una sega perfetta

A questo punto credo che tu abbia voglia di sapere esattamente come si fa una sega e che cosa il tuo partner vorrebbe che tu facessi con il suo cazzo.  

Per una donna può essere difficile capire come muoversi, dopo tutto le donne non ce l’hanno, quindi è tutto un po’ misterioso. Purtroppo non esiste una tecnica universale garantita per ogni uomo. I ragazzi sono tutti meravigliosamente diversi, comunque ci sono alcune cose da ricordare e alcuni suggerimenti che posso darti per iniziare.

Non avere paura. Sì, si è ingrossato, è gonfio e rigido e pulsa nella tua mano… ed è la chiave per mettere il tuo uomo in ginocchio! Certo, ma è anche, più banalmente, una parte del corpo con i nervi che reagiscono e rispondono a una varietà di stimolazioni. Non devi far altro che divertirti e ricordarti che è un organo sensibile, che si trova in una zona dove ci sono altri centri di piacere. Perciò vediamo insieme come stimolare questi punti:

1. Crea tensione sessuale

Per creare tensione sessuale, e farlo eccitare, massaggia i testicoli e il pene mentre sono dentro i pantaloni. Per esempio l’interno delle cosce è un punto sensibile, per questo è una buona idea accarezzarle, aumenterà la tensione sessuale e la voglia di andare avanti. E ricorda che il sedere è perfetto per essere afferrato, quindi non dimenticare di farlo tuo quando ne sentirai la necessità.

Fai percepire la tua voglia incominciando a sbottonare pian piano i suoi pantaloni.

2. Accarezza il perineo e il glande

Il pene del tuo compagno adesso è fuori dai suoi pantaloni. Prendi l’olio e bagna leggermente le tue dita, dunque accarezzalo con le dita tracciando una linea a salire dal perineo verso il glande. Questo movimento delicato potenzierà l’erezione, provocando una maggiore eccitazione che sarà ben visibile e sotto i tuoi occhi.

3. Accarezza il buchino

Potresti concentrarti sulla punta, la parte più sensibile, insieme al frenulo, appena sotto. Se è ben duro e già gocciola, saprai che è pronto e la lubrificazione naturale è sufficiente per iniziare a strofinare la cappella con il pollice e due dita. In fase di eccitamento il pene rilascerà a livello dell’uretra un liquido trasparente e incolore, ovvero il liquido pre-eiaculatorio, che potrai utilizzare per spargerlo delicatamente sul glande, stimolando ulteriormente fino a farne aumentare la secrezione. Puoi anche aggiungere la saliva per una lubrificazione extra, vederti leccare le dita per poi toccarlo può avere risultati incredibilmente sexy.

4. Usa la tecnica Ufo

Posiziona il palmo della mano sopra il glande, e massaggialo con delicatezza mediante un movimento rotatorio, come se un ufo stesse sorvolandoci sopra. Continua facendo ingrossare e bagnare sempre più la cappella mediante il liquido pre-eiaculatorio.

5. Stimola il glande con la mano a coppetta

Metti la mano sopra con le dita in basso in direzione della testa del pene, e falle scivolare su e giù stimolando l’intero glande con le dita. Con questa tecnica stimolerai la parte superiore del pene generando una grande eccitazione grazie alla stimolazione così diretta.

6. Creare l’effetto Sandwich

Tienilo tra le mani e bagnalo con l’olio come se stessi mettendo del Ketchup su di un panino. Posalo utilizzando entrambe le mani. Avvolgilo e percorri la superfice del pene su è giù stimolando la parte superiore e la parte inferiore.

7. Sega classica con variante del pollice

A questo punto puoi stimolare l’asta del pene con le dita, sfregando su e giù. Ad alcune donne piace mettere indice e pollice ad anello e farle scivolare sulla punta del cazzo e stimolare l’area sensibile della punta e del frenulo. Quindi fai una classica sega passando ogni tanto il pollice sul glande, da un lato e poi dall’altro.

Non usare solo e sempre lo stesso tipo di azione, rischierebbe di diventare noioso. Puoi variare il ritmo con cui lo strofini, ricordati che lo stai stuzzicando per portarlo fino al punto di non ritorno. Se continui a fare sempre la stessa cosa per tutto il tempo, non solo potreste annoiarvi entrambi, ma il braccio ti farà male!

8. Sega con presa classica al contrario

Prendi il suo pene con una presa classica, ma questa volta al contrario. Prosegui con un movimento bagnato e continuo ma lento.

9. Tecnica a due mani

Quando pensi di averlo tenuto sulle spine abbastanza, puoi prenderlo con una mano sulla base e una sulla punta e andare su e giù, con ritmo costante in base alla sua eccitazione. le mani dovranno scivolare l’ungo tutta l’asta stimolando il frenulo e la corona.

10. Variante dell’Indice e il medio

Prosegui creando continue modifiche alla sega. Una buona soluzione può essere quella di scivolare l’indice e il medio sul glande. Utilizza questo movimento solo per creare una virgola momentanea e poi prosegui con la masturbazione con l’intera mano.

11. Sega con stimolazione del perineo

Continua a masturbare il tuo partner con la mano. Fallo mentre è comodamente sdraiato. incomincia a leccare la linea che va dall’ano ai testicoli, assaporandone il gusto, nel mentre continua a masturbarlo. In questo modo creerai una doppia stimolazione, quella del perineo unita alla sega classica. Che dire una vera e propria combo che potrebbe portarlo a venire con schizzo.

12. Sega con sguardo verso lo schizzo

Prosegui con la sega lasciando scivolare la mano lungo tutto il pene, assicurandoti che sia la mano a stimolarlo grazie alla vischiosità dell’olio. Guarda il suo buchino pronto a schizzare e fatti prendere dall’entusiasmo di volerlo vedere e assaporare.

Eiaculazione durante la sega, come comportarsi

Raggiunto il punto di non ritorno, mentre sta eiaculando rallenta il movimento della mano. Continua per un po’, molto lentamente, finché non è tutto finito. Leccalo delicatamente, prosegui assaporandolo ma senza creare alcuna forma di pressione.

In questo momento il glande è molto sensibile, quindi devi essere molto delicata. Questo è il momento di gustare il suo sapore naturale. Potresti valutare di leccarlo tutto fino all’ultimo goccia. L’obiettivo non è più quello di farlo venire ma quello di pulirlo accuratamente e in modo sensuale. Il passaggio successivo potrebbe essere quello di prenderlo delicatamente in bocca, per sentire il suo sperma caldo sulle tue labbra e la tua lingua. Che tu ci creda o no, è possibile dare più piacere al tuo uomo con una fantastica sega, che con un pompino!

Conclusioni

Ora che sai come fargli una vera sega puoi incominciare a sperimentare le tecniche qui riportate, ma ricorda che solo con la pratica e ascoltando il desiderio del tuo uomo potrai creare la tua tecnica perfetta. Ricorda ogni uomo è diverso, dunque, ciò che funziona per uno, non è detto che funzioni per l’altro.


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SU TELEGRAM>>>

X