banner

Come Fare Sesso con Trans

Condividi l'articolo

banner

Prima di trovarti a tu per tu con una trans per fare sesso, vorrai sicuramente sapere come funziona tutta la faccenda. In particolare, è diffusa nell’immaginario collettivo la diceria che il transessuale sia una persona superdotata. Vivere un’esperienza sessuale con loro, di conseguenza, può diventare qualcosa di memorabile e in grado di cambiarti la vita per sempre.

Se vuoi capire come fare sesso con trans, vedrai che ti stupirò svelandoti alcune news di cui probabilmente ignoravi l’esistenza.

Il grande passo: la prima volta con una trans

Dopo aver conosciuto una trans, anche attraverso i social o un sito web di incontri, non vedi l’ora di fare il grande passo. Dopo le fasi iniziali dei primi contatti, delle parole sussurrate in chat, delle e-mail infuocate, dei messaggi piccanti, arriva il momento di andare al sodo.

Quello che ti attende è una tipologia di sesso nuovo, gustoso e piccante, dal tenore fortemente trasgressivo. Ovviamente dovrai chiederti fin dove vorrai arrivare nell’intimità con la tua fantastica trans. E se sei disposto a provare il piacere completo per non perderti nulla della relazione, allora sei sulla strada giusta per vivere pienamente l’esperienza sessuale completa.

Si tratta della tua prima volta con una trans? Probabilmente ti senti prima di tutto emozionato, perché il sogno finalmente diventa realtà e perché temi di non essere in grado di fornire una performance all’altezza delle aspettative. Sappi che nessuna trans si fa aspettative di questo genere, men che meno la prima volta.

Come funziona il sesso con una trans

fare sesso con una trans

Fare sesso con una trans dipende moltissimo da come sono i tuoi gusti, da quello che sei disposto a dare e ricevere tu. Allo stesso modo tutto è in relazione anche a ciò che lei è propensa a offrire e donare. Parlando molto chiaramente, senza inutili giri di parole, il sesso con una trans potrebbe essere passivo o attivo.

Cosa vuol dire? Se la tua trans è disponibile al sesso anale, sarai tu a essere la parte attiva. E allora sarà una vera esperienza, eccitante e nuova allo stesso tempo. La prima volta è piuttosto comune desiderare di interpretare solo un ruolo attivo, per avvicinarsi gradualmente all’esperienza sessuale completa con una trans. Fai quello che ti senti, sempre e comunque.

Può anche accadere che lei sia incline a fare sia da parte attiva, che passiva. In questo caso avrai toccato veramente il cielo con un dito. Sai perché? Potrai farla tua completamente e potrai essere suo nel vero senso della parola: entrambi potete prenderlo e darlo, godendo in maniera indescrivibile.

Tutte le altre regole del sesso rimangono ovviamente valide: preliminari, carezze, magari un pompino ben fatto per iniziare al meglio, masturbazione reciproca e chi più ne ha più ne metta.

banner

È tutta una questione di naturalezza

Ricorda che non sei l’unica persona a voler fare sesso con una trans e desiderare di farlo fino in fondo. È del tutto normale voler provare questa nuova esperienza sia da attivi, sia da passivi e sapere cosa vuol dire essere penetrati da un attributo maschile e provare piacere. Come anche arrivare all’orgasmo procurando piacere a un altro uomo.

Si tratta di emozioni così forti che soltanto provandole e vivendole si è in grado di capire fino in fondo cosa significa. Del resto, se hai deciso di conoscere il fantastico mondo delle trans, conoscerai bene i tuoi gusti e saprai bene cosa vuoi.

Non dovrai preoccuparti di nient’altro, nemmeno di cosa possono pensare gli altri. La sfera sessuale è una cosa tua e non devi rendere conto di niente a nessuno. L’unica accortezza è avere soltanto rispetto della trans che avrai di fronte come persona, assecondando la sua volontà e arrivare, se necessario, a piccoli passi al rapporto completo.

Come ogni altra relazione sessuale, del resto.

Fare sesso con transessuali superdotati

fare sesso con transex

Nel primo paragrafo abbiamo parlato degli attributi sessuali dei trans super dotati, vediamo di approfondire un attimo questo discorso.

In maniera molto schietta ti dico che tale diceria è stata pubblicizzata soprattutto tramite i film e video porno. Perché? La spiegazione è molto semplice. Per girare le scene hot vengono sempre scelte persone trans particolarmente dotate, altrimenti il filmato non riscuoterebbe lo stesso successo. Il mondo del porno mostra soltanto un aspetto del sesso trans, inscenando situazioni spesso irreali, mentre la realtà ha dei riscontri differenti.

Ad ogni modo, ci sono studi scientifici sui transessuali in grado di rivelare esiti in merito alle misure del pene. Si tratta di dati non rilevanti in maniera eccessiva, per cui non si può parlare dei trans come superdotati per natura, anche se effettivamente le misure finali sembrano essere leggermente superiori rispetto alla media.

La verità? Non è il centimetro in più o in meno a fare la differenza nel rapporto intimo con una trans, quanto lo star bene con l’altra persona. E qui si tratta di sensazioni personali, dove quello che conta è l’esperienza nuova, trasgressiva e in grado di lasciare ricordi indelebili.


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SU TELEGRAM>>>

X