banner

Come Fare Sesso Anale: La Guida Completa

Condividi l'articolo

banner

Per alcuni è un tabù, per altri un desiderio inconfessabile, ma in quanti sanno come fare sesso anale? Ci sono donne che hanno provato l’estasi e il piacere di farlo da dietro, mentre altre non hanno gradito a causa della mancanza di sensibilità tattile da parte dell’uomo o per motivi di rigidità mentale. Resta il fatto che per condurre il gioco per una sana e piacevole penetrazione anale vi deve essere complicità di coppia, eccitazione e bravura da parte del maschio che dovrà essere abile e sensibile nel saper utilizzare il suo giocattolo.

Insomma, prima di fare sesso anale per la prima volta è bene sapere che entrambi devono avere degli accorgimenti, dall’igiene da parte della donna, alla sensibilità tattile da parte dell’uomo. Dunque sia la femmina che il maschio devono entrare nella giusta sintonia, quindi questo post è rivolto ad entrambi i sessi che vogliono provare questa eccitante esperienza.

La verità è che in molti conoscono questa pratica, ma in pochi lo sanno fare nel modo giusto, ecco perché ho deciso di preparare per te una vera e propria guida su come fare sesso anale fatto bene, cosa è necessario sapere, come stimolare questa zona erogena e quali posizioni fare per penetrare il lato B in profondità senza provocare dolore.

Adesso è il momento di imparare a farlo bene, ecco la guida su come fare sesso anale!!!

I benefici del sesso anale

Si è vero, il sesso anale non è utile ai fini della riproduzione, ma se fatto bene può portare dei grandi benefici al rapporto di coppia. Che siate amanti, fidanzati, sposati o trombamici, questa pratica può consentirvi di raggiungere una intimità, un feeling e una eccitazione che nessun’altra parte del corpo potrà mai darvi.

In molti rifiutano questa pratica o per paura o per mancanza di esperienza, perciò è opportuno farlo con le giuste accortezze, senza fretta, e con il giusto approccio mentale e fisico. A tal proposito i vantaggi fisici e psicologici possono essere enormi rispetto ad altri uomini e donne che hanno paura di farlo.

Quindi il sesso anale fa male? Assolutamente no! “Fa male non saperlo fare!

La penetrazione da dietro se fatta con igiene, con calma, con un buon lubrificante accompagnato da un’introduzione del membro lento e graduale, può generare un’esperienza porca, sensuale, passionale, eccitante, afrodisiaca ed incredibilmente unica per entrambi.

I vantaggi per lui:

1. Aumento della eiaculazione maschile: tale pratica sessuale può aumentare la potenza di gettito di sperma di almeno tre volte, provocando così un piacere sessuale ben più intenso della semplice penetrazione vaginale. Con un mix tra sesso anale e sesso vaginale si possono ottenere incredibili sensazioni di piacere e feeling con la propria partner.

2. Aumento dell’erezione: il sesso anale ha la caratteristica soggettiva di abbracciare per intero tutto il pene adattandosi alla sua forma. L’ano trattiene i liquidi e li riscalda a temperatura corporea provocando un aumento dell’eccitamento maschile. A livello psicologico e fisico per molti uomini è così eccitante da far aumentare la pressione sanguigna del pene generando così un’erezione talmente forte da poter contribuire all’allungamento naturale del pene.

3. Migliora la sensibilità tattile: la corretta esecuzione richiede necessariamente la capacità di acquisire una certa sensibilità tattile, ciò può migliorare la capacità di capire più a fondo il piacere della donna.

I vantaggi per lei:

1. Orgasmo anale: in molti credono che una donna, non avendo la ghiandola prostatica, non possa provare piacere durante la penetrazione. Questo è falso. Per prima cosa, il retto e la vagina sono separati da una parete molto sottile e questo, durante la penetrazione anale, consente la stimolazione indiretta del punto G e della fornice posteriore. Inoltre il sesso anale favorisce la stimolazione di una zona erogena femminile del tutto ignorata: la spugna perineale. Questa parte spugnosa di tessuto, che si trova tra il retto e la vagina, se stimolata con movimenti lenti e ripetitivi può procurare un fortissimo orgasmo anale.

2. Favorisce il benessere del corpo: la penetrazione anale, se fatta nel giusto modo apporta dei benefici nella vita delle donne. Può rilassare i muscoli anali fino ad eliminare problemi di ragadi anali e la stitichezza spesso provocati da un eccessivo irrigidimento di quella zona erogena.

3. Rassoda i glutei: Durante l’atto sessuale, l’uomo tenderà a sculacciare le chiappe della donna, questo provocherà un miglioramento della circolazione sanguigna, rassodando i glutei e facendo rinnovare le cellule grazie alla stimolazione provocata dalle sculacciate.

Benefici per la coppia

Oltre ad essere una pratica in grado di provocare un intenso orgasmo femminile, il sesso anale è da sempre un’ossessione maschile. Sarà per la dimensione ridotta di questo orifizio e l’intensa sensazione provata durante la penetrazione, sarà quell’impulso naturale di voler dominare e sottomettere. Il sesso anale può perciò portare nuovi stimoli all’interno della coppia. Provare qualcosa di nuovo e di così intenso per entrambi, accresce l’intimità di coppia e dà al rapporto un tocco di estremo e trasgressivo piacere.

Ma il sesso anale può fare male, si o no?

Come già accennato, l’anal sex non fa male, ma prima di passare alla pratica su come fare sesso anale fatto bene e senza dolore, ritengo sia necessario chiarire alcuni punti fondamentali che potrebbero interessare coloro i quali credono che il sesso anale sia doloroso o che non possa in nessun caso fare male.

Abbiamo visto insieme i benefici del rapporto anale, ed ho anche accennato che non è doloroso, anzi tutt’altro. Sotto molti punti di vista è molto salutare ed eccitante. Ma se non lo si sa fare, il sesso anale può diventare un problema, dunque cerchiamo di chiarire quali sono le cause che possono provocare dolore.

Le cause di dolore nel sesso da dietro possono essere di tipo salutare/fisico o tecnico. Dato che è anche possibile fare sesso anale con emorroidi lievi, è bene sapere che nel 99% dei casi ciò che può provocare dolore o fastidio mentre si fa anal è dovuto alla mancanza di tecnica da parte dell’uomo.

Perciò rivolgo un appello a tutti quegli uomini che non sanno farlo e che dovrebbero imparare ad essere più tattili e sensibili durante l’atto sessuale. Non sapere fare sesso anale, può provocare fastidio, dolore, e far allontanare il tuo partner dall’idea di voler rifare questa esperienza. A tal proposito, ti invito a leggere attentamente la tabella qui sotto, dove ti illustro tutto ciò che non devi mai fare nel sesso anal.

Cose da non fare mai durante il sesso anale:

1. Mai dare colpi secchi: la penetrazione deve essere omogenea e deve adattarsi ai tessuti dell’ano in modo naturale e uniforme, quindi è assolutamente vietato dare colpi secchi o forzare pensando di sfondare una porta aperta. Il sesso anale deve essere fatto in modo dolce e rilassato, non certo con penetrazioni brutali.

2. Mai farlo a secco: mai penetrare l’ano senza averlo ben lubrificato in profondità con saliva o vasellina. Le conseguenze saranno inevitabilmente dannose per i tessuti e i nervi interni.

3. Non essere frettoloso: la fretta è il nemico di questa pratica sessuale. La penetrazione anale richiede, pazienza, delicatezza e armonia con il partner e i tessuti da esplorare.

4. Mai farlo contro la volontà: il sesso anale lo si fa solo con il consenso del ricevente. Per cui ascolta la volontà del tuo partner per capire se è possibile farlo. Questo consentirà un rilassamento dei muscoli e una maggiore fiducia nel lasciarsi andare.

Preparazione prima di fare sesso anale

Prima di procedere con l’atto pratico, è necessario che vi sia consensualità e igiene da parte di lei, e una preparazione tecnica da parte di lui.

L’uomo dovrà avere una buona erezione ed usare accuratamente le dita, la saliva (lubrificanti) e il tatto per penetrarla nel modo più armonioso delicato e piacevole possibile. Mentre la donna dovrà essere rilassata, igienicamente pulita in profondità mediante una buona doccia anale e psicologicamente predisposta ad accogliere il caldo membro dentro il suo retto.

Prima di fare sesso anale:

Prima farlo è necessario entrare nel concetto base che bisogna imparare a fare sesso anale pulito, a tal proposito ti suggerisco di guardare il video: “tutto quello che devi sapere sulla penetrazione anale di Malena e Rocco Siffredi”.

1. Igiene

Per fare del buon e salutare sesso anale bisogna provvedere ad eliminare qualsiasi potenziale forma batterica presente sia esternamente che internamente all’ano. Dunque la domanda è, come pulire correttamente l’ano prima di avere un rapporto sessuale da dietro? Per assicurarti che il retto sia pulito, prima di iniziare, puoi praticare una lavanda anale (clistere) mediante la pompetta Nexus Douche Black Os da inserire internamente con l’acqua calda (questo procedimento deve essere fatto almeno 4 ore prima del rapporto). Insieme alla lavanda anale puoi utilizzare un buon sapone intimo con argento colloidale antibatterico da applicare in profondità con dita e acqua corrente. Per aumentare la protezione livello cautelare utilizza il preservativo durante i rapporti.

2. Dieta pre-sesso anale

Per non avere spiacevoli incidenti, è consigliabile fare sesso anale con l’intestino vuoto. Pertanto è consigliabile una dieta semplice e facilmente digeribile, con cibi poco elaborati (pesce, carne bianca, cereali, verdure semplici e frutta lontano dai pasti). Il compito è facilitare la digestione evitando tutti quei cibi complessi che potrebbero richiedere un duro lavoro per lo stomaco o che peggio ancora potrebbero fermentare provocando meteorismo e gas fastidiosi. Quindi da evitare legumi, cioccolata e troppa frutta.

3. Unghie corte

Per evitare di provocare danni all’ingresso del retto, è sempre bene assicurarsi di aver tagliato correttamente le unghie, pellicine e unghie tagliate male potrebbero causare micro traumi e irritazione del condotto anale. Perciò munisciti di un buon taglia unghie, e provvedi ad un corretto taglio. Per una buona manicure, munisciti di una lima per unghie e applica l’attrezzo per eliminare eventuali angoli taglienti. Il risultato sarà evidente, e ben gradito.

4. Desiderio sessuale

Chi decide di provare questa pratica deve essere nella condizione mentale adatta e quindi farlo solo per il desiderio di provare qualcosa di nuovo ed intenso. Alla base deve esserci il desiderio sessuale di entrambi. Facendolo solo su insistenza del partner, lo vivresti come un trauma e si rivelerebbe un’esperienza terribile per via della mancanza di rilassatezza psicologica e muscolare.

5. Rilassamento muscolare

Mentre la vagina è più elastica, l’ano ha bisogno del suo tempo per adattarsi allo spessore del pene. Per favorire la dilatazione anale è fondamentale mantenere questa parte rilassata e fare in modo che si predisponga alla penetrazione grazie ad una giusta e delicata stimolazione soft. Perciò, durante il sesso, dedica del tempo alle mini penetrazioni bagnate fatte tra dita e lingua, in modo da far rilassare i muscoli.

Oggetti da usare per fare sesso anale

1. Lubrificante anale

L’ano, a differenza della vagina, non ha delle ghiandole con funzione lubrificante. Perciò pur stimolandolo delicatamente, avrà bisogno di essere lubrificato esternamente. Dunque è fondamentale prima di iniziare, assicurarti di avere un buon lubrificante anale con principi naturali e nutrienti che consentiranno una scivolosa, bagnata e piacevole penetrazione intima. Questo è essenziale perché consente una corretta penetrazione. In caso contrario l’ano, ricco di membrane sottili e delicate, rischierebbe delle microlesioni o altri dolorosi incidenti. Scegli sempre un lubrificante o vasellina a base di acido ialuronico, che è più duraturo ed indicato per i rapporti anali.

2. Plug anali

I plug anali o “butt pug” (tappi anali) sono in silicone e possono essere utilizzati per contribuire al dilatamento del retto in modo omogeneo e naturale. Ci sono diverse dimensioni in larghezza e lunghezza. Lunghezza da principiante, lunghezza media e dimensione extralarge per porno star super esperta. La scelta potrebbe essere inizialmente difficile. Per non sbagliare è consigliabile munirsi di un vero e proprio kit per sesso anale, composto da sex toys come plug anali a palline per penetrazione anale da poter utilizzare in qualsiasi situazione.

3. Preservativo

L’utilizzo di profilattici sono fondamentali per la protezione di lui. Infatti i preservativi Durex Settebello consentono di poter ottenere una perfetta penetrazione anale evitando il rischio di contaminazione batterica mantenendo il massimo della sensibilità, per lui e per lei.

4. Salviettine intime

Le salviettine intime possono essere molto utili per gestire imprevisti, e per motivi igienici. Quindi munisciti di una confezione che dovrai avere sempre a portata di mano. Evita prodotti a base alcolica e prediligi quelli per bambini.

banner

Come iniziare la stimolazione anale

I preliminari, in ogni pratica sessuale, sono fondamentali. Perciò prima della penetrazione è importante stimolare l’ano. Questo servirà al ricevente per eccitarsi, rilassare i muscoli e a dilatare l’ano, rendendo in seguito la penetrazione più semplice.

Vediamo in che modo stimolare l’ano:

1. Stimolazione Anilingus

Questa pratica consiste nella stimolazione dell’ano mediante l’uso della lingua. Si inizia leccando l’ano tutto intorno finendo poi per penetrarlo con la punta della lingua. Oltre a far provare una calda ed eccitante sensazione di piacere, l’uso della saliva contribuisce alla lubrificazione esterna ed interna dell’ano. Dedica del tempo stimolando per bene questo punto con la lingua, e aiutati con le dita, per allargarlo e bagnarlo ancor di più in profondità, fino a che i polpastrelli possano scivolare al suo interno con molta naturalezza.

2. Stimolazione con le dita

Per preparare l’ano alla penetrazione, le dita sono il mezzo migliore attraverso cui stuzzicare questo punto inesplorato. Dunque, inizia accarezzando questa zona molto sensibile avvalendoti di saliva e un buon lubrificante. Quindi, lubrifica bene le tue dita (assicurati che le unghia siano ben tagliate per non provocare danni ai tessuti) e fai una lieve pressione sul buchetto (non forzare mai). Continua fino a quando l’ano sarà rilassato, questo ti permetterà di inserire il dito al suo interno senza alcuno sforzo. Per agevolare l’ingresso delle dita, puoi incominciare con il mignolo. Quando entrerà il mignolo potrai utilizzare l’indice, e poi il pollice. A questo punto mantieni le dita ferme all’interno dell’ano, con movimenti delicati e scivolosi, sempre ben lubrificati, in modo che i muscoli si abituino a questa presenza e si dilatino gradualmente. Ci sarà un momento in cui potrai addirittura inserire più dita contemporaneamente senza alcuno sforzo.

3. Penetrazione alternata con le dita

Ricorda che grazie alla vagina, hai a portata di mano un potentissimo lubrificante naturale che ti permetterà di mantenere le mani costantemente bagnate. Utilizza quella fonte naturale per stimolarla anche avanti, in questo modo la ecciterai maggiormente ed avrai accesso infinito alla lubrificazione naturale della vagina, che se ben stimolata potrà essere l’alleata più grande per una penetrazione anale sempre più scivolosa e profonda.

4. 69 con penetrazione anale

Il 69 è una posizione ideale per ottenere un preliminare tra anal e clitoride. Dunque sdraiati con la schiena, e posiziona la tua partner sopra di te con il clitoride rivolto verso le tue labbra (lei è praticamente a pecorina). Ora incomincia ad assaporarle il clitoride, mentre con le dita inzuppate di liquido vaginale le penetri l’ano. Fai in modo che le dita siano costantemente bagnate e gocciolanti. Continua a stimolare il clitoride con la lingua, e prosegui con la penetrazione anale fino a farla venire.

5. Stimolazione con sex toys

Un altro modo per stuzzicarsi è quello di concedersi un massaggio anale con un sex toy, come il plug anale o il vibratore. Questi strumenti, con una forma anatomica adatta alla penetrazione, consentono di giocare esplorando nuove parti del corpo. Come per le dita, fai in modo che l’ano si abitui alla presenza del sex toy prima di procedere con dei movimenti. Lubrifica bene il sex toy preferito e giocaci fino a quando sentirai l’intera zona totalmente rilassata. Prediligi, plug anali lunghi e stretti rispetto a quelli larghi, questo consentirà maggiormente un piacere penetrativo.

Come penetrare l’ano nel modo corretto

Dopo aver eseguito i 5 passaggi qui sopra indicati è giunto il momento di procedere con l’introduzione del membro all’interno dell’ano.

Per fare in modo che la penetrazione non provochi fastidio e dolore è importante farlo in modo graduale. Dunque seguimi attentamente:

1. bagna il pollice mentre tieni con la mano il tuo pene

2. tieni il pollice bagnato sopra il tuo membro

3. delicatamente penetra l’ano creando un canale per introdurre il glande (non inserirlo tutto)

4. esci il glande e reintroducilo lentamente, (ma questa volta vai di qualche millimetro più in profondità)

5. ripeti questa azione in modo lento e progressivo, fino a che non avverrà la totale penetrazione senza alcuno sforzo

Ora che sei dentro muoviti lentamente, in questo modo l’ano avrà modo di adattarsi e prendere l’esatta larghezza del membro. Con movimenti costanti e lenti, l’ano continuerà a dilatarsi permettendo così al pene di entrare gradualmente fino a consentire un movimento naturale come se stessi penetrando una vagina.

Per migliorare la penetrazione ed eliminare la tensione nervosa, paura o stress è fondamentale comunicare al partner che ti sta piacendo, facendole percepire che durante il sesso anale lei (con quel bel culo) può fare qualsiasi cosa! Senza limiti!!!

Le migliori posizioni per il sesso anale

Nei film pornografici siamo abituati a vedere rapporti anali piuttosto spinti praticati rigorosamente nella posizione della pecorina. Per quanto questa posizione sia scenica, e ben gradita dalla donna e dall’uomo è giusto sapere che ci sono altre posizioni oltre a questa. E in questo momento vedremo insieme le migliori posizioni per sesso fatto da dietro che favoriscono una lenta e piacevole penetrazione anale.

Posizioni consigliate per fare sesso anale:

Pecorina

penetrazione anale con la posizione della pecorina

La classica posizione per godere con il sesso anale è proprio la pecorina. Lei a 90°, lui da dietro che le penetra l’ano, dandole qualche schiaffo soft, come indicatore di gradimento dei suoi glutei. Ogni sculacciata, rappresenta un complimento al suo lato B.

Cucchiaio

sesso anal con la posizione del cucchiaio

Questa posizione, con la donna sdraiata su un fianco e l’uomo dietro di lei, favorisce il rilassamento del corpo femminile. In questo modo l’uomo può abbracciare, coccolare e accarezzare il corpo della donna e magari masturbare il suo clitoride per rendere il piacere di lei ancora più intenso.

Missionaria

sesso anale ccon la posizione del missionario

La missionaria è un classico delle posizioni sessuali. Lei sdraiata con le gambe aperte e lui sopra di lei. In questa posizione è possibile godere di una visuale completa dove l’uomo ha il controllo per penetrarla sia avanti che dietro, senza alcuna difficoltà. Questa posizione, permette una più facile introduzione del membro all’interno dell’ano grazie al rilassamento della schiena e dei glutei da parte della donna. In oltre si ha la possibilità di stimolare facilmente il clitoride mentre lei viene penetrata da dietro.

Amazzone

penetrazione anale con la posizione dell'amazzone

La preferita delle donne che amano prendere il controllo. Lei a cavalcioni su di lui. In questo modo le donne possono avere il completo controllo di ogni movimento. Questa padronanza dei movimenti consente alla donna di avere il potere per far venire l’uomo in qualsiasi momento, anche contro la sua volontà. Per rendere l’esperienza più eccitante è possibile optare per la versione “da dietro” dell’amazzone, sedendosi di spalle sopra le gambe del partner e lasciandosi stuzzicare il clitoride da lui.

Come farlo su di lui

Le donne non sono le uniche a poter beneficiare del sesso anale. Che siano etero o gay anche gli uomini possono concedersi questo estremo piacere.

All’interno dell’ano maschile c’è la ghiandola prostatica, una zona erogena che se stimolata favorisce un’erezione e un orgasmo simile a quello femminile. Quello che occorre per provare è una mente libera da pregiudizi e aperta a nuove esperienze.

Non è insolito, all’interno di una coppia, provare nuovi giochetti da fare a letto e spingersi oltre per sperimentare nuovi modi di godere. Uno di questi è la penetrazione anale maschile. Basti pensare ai giochi di dominazione e sottomissione delle coppie bdsm, dove la donna assume il ruolo di padrona e sottomette il suo schiavo possedendolo analmente.

Le modalità per procedere con la penetrazione maschile sono simili a quelle indicate prima per le donne, con la variante dei genitali maschili, che saranno stimolati diversamente.

Si inizia con la stimolazione dell’ano maschile, con dita o sex toys ben lubrificati. Si può procedere con il massaggio prostatico, ovvero la stimolazione della ghiandola prostatica. Puoi servirti delle tue dita oppure di un apposito massaggiatore prostatico.

Donne che giocano a fare l’uomo

Per il pegging ci si serve di sex toys. Scegliete quello più adatto all’occasione. Sicuramente il più gettonato è lo strap-on, una cintura dotata di un fallo di gomma che viene indossata dalla donna. Che sia un plug, un dildo o un vibratore, l’importante è che sia ben lubrificato.

A seconda dei gusti sessuali della coppia e della dilatazione anale, la penetrazione può avvenire in modo dolce e graduale, o in modo più spinto, come spesso avviene nelle pratiche BDSM.

Oltre a non essere dannoso per il corpo dell’uomo, il sesso anale maschile comporta al contrario dei benefici. La stimolazione della prostata ne favorisce un migliore funzionamento e, nel tempo, aiuta a prevenire potenziali malattie anche gravi.

Tecnica Fisting: l’introduzione della mano

Si chiama Fisting: rientra nel sesso anale estremo e consiste nell’introdurre progressivamente l’intera mano all’interno dell’ano del ricevente. Tale tecnica è spesso applicata da esperti in BDSM con l’ausilio di lubrificanti appositi (Fisting Crema). L’introduzione progressiva delle dita, può pian piano condurre ad un’ulteriore penetrazione della mano, fino praticare il fisting soft.

É necessario l’utilizzo di specifiche creme per evitare di provocare lesioni dell’aponevosi perineale o perforazione del retto, pertanto sconsiglio l’applicazione di tale pratica per i neofiti. Almeno che non si abbia una certa esperienza e conoscenza dell’anatomia umana.

Per i più curiosi è possibile assistere a qualche interessante live all’interno di alcune videochat eros porno, con spettacoli anal dal vivo dove potrai interagire in diretta live comodamente da casa e goderti un fisting in webcam, come ad esempio stripchat, o siti simili dove poter chattare in piena libertà.

Spettacoli erotici Live in Chat

Conclusioni

Siamo giunti alle conclusione di questa guida. Ora sei in grado di praticare il sesso anale nel modo corretto dando estremo piacere al tuo partner.

Per rendere consapevole anche il tuo partner di come fare sesso anale, condividi questo articolo, sarà un buon inizio per incominciare una sana esperienza altamente eccitante.

Incomincia a praticare sesso anale, e se mentre lo fate avete domande o curiosità, aprite questa pagina e commentate subito qui sotto, sarò felice di rispondervi.


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *