banner

Come Fare la Pecorina

Condividi l'articolo

banner

Nel Kamasutra vengono illustrate ben 64 posizioni sessuali. Per quanto alcune siano incredibilmente eccitanti, per noi maschietti (ma non solo) nessuna può battere la pecorina. Puoi fare esperienze diverse, puoi conoscere modi vari e originali di fare sesso, ma il potere della vista di una donna a quattro zampe è probabilmente il più erotico in assoluto. Anche perché richiama una sessualità antica quanto il mondo. In questo articolo ti spiegherò perché la posizione a pecora è così sexy. Ti aiuterò a comprendere come fare la pecorina nel migliore dei modi e non mancherò di donarti qualche suggerimento prezioso al riguardo.

Come fare la posizione alla pecorina

La posizione più antica del mondo

Se hai mai visto degli animali accoppiarsi sai bene che non praticano né la posizione del missionario, né l’amazzone, né il cucchiaio. Quella che noi chiamiamo pecorina per loro è semplicemente l’unico e il solo modo per fare sesso. La femmina si dispone davanti a quattro zampe e il maschio la penetra da dietro aggrappandosi a lei.

Anche l’uomo in origine camminava a quattro zampe. Puoi capire che come istintivo richiamo anche per noi umani quella sia la posizione per eccellenza, usata per migliaia e migliaia di anni prima che l’evoluzione ci portasse alla posizione eretta.

Ti voglio dare anche un dettaglio in più per fare il figo con gli amici: quando le donne camminavano a quattro zampe esponevano di continuo culo e genitali. Una volta passate alla posizione eretta è venuto a mancare questo forte richiamo sessuale. A quel punto allora le “mammelle” sono cresciute di dimensioni, proprio per ricordare la forma di un culo e quindi continuare ad attrarre il maschio anche camminando a due zampe.

Perché la pecorina piace alle donne

La pecorina piace alla donna perché in questa posizione si sente porca, trasgressiva, animalesca. Niente baci o carezze sul viso con sottofondo di canzoni smielate: qui si parla solo di sesso senza nessuna concessione al romanticismo e ogni tanto è bello sentirsi “dominate” dal proprio uomo. Oltretutto in questo modo pene e vagina sono a stretto contatto e quindi la penetrazione si sente più profondamente.

Perché la pecorina piace agli uomini

Avere un culo davanti a noi è un richiamo irresistibile: contrariamente alla missionaria qui possiamo guardare, toccare, penetrare tutto come più ci piace e senza fatica. E possiamo gestire meglio i movimenti regolandoci in modo da far durare o da accelerare il rapporto, avendo maggiore controllo della situazione. Inoltre, questa è l’unica posizione dove la donna ci mostra il buco del culo. E questo ci fa impazzire di piacere, stimolando la nostra fantasia di sesso anale o, se a lei fa piacere, permettendoci di passare dalla penetrazione della vagina a quella dell’ano.

Come fare la pecorina

la pecorina

Questa è una posizione così naturale che non richiede molte spiegazioni, ma nonostante tutto è sempre meglio dare alcune dritte per eseguirla al meglio.

Posizione pecorina consigli:

La donna non deve accasciarsi

Alcune donne trascurano l’importanza dei dettagli e quindi pensano che la posizione della pecorina sia il modo per mettersi spaparanzate a pancia sotto e godere passivamente. Questo è un grave errore: in una pecorina da manuale la donna deve stare a quattro zampe, tenendo il culo ben alzato, le braccia tese, e la testa e le spalle fieramente in alto, accentuando la bella curva della schiena.

I vantaggi di questo piccolo sforzo sono diversi: anche un culo un po’ flaccido o poco pronunciato, in questo modo prende forma e diventa più rotondo. Anche l’eventuale pancetta in questo modo diventa un po’ più tesa e meno pendente grazie alla schiena ben arcuata. Poi in questo modo se lei ha i capelli lunghi o le trecce, tu puoi tirarli leggermente come fossero delle briglie, e vedere la sua testa che si muove a ritmo. Ripeto, sono solo dettagli, ma la sensazione di domare una “puledra imperiale” è sempre molto intrigante.

banner

Fatelo davanti allo specchio

Se scopate alla pecorina senza uno specchio godete solo a metà. A lei piace guardare te che spingi dietro di lei mentre la prendi per i fianchi. A te piace guardare le sue smorfie di piacere: non ci sono scuse per non posizionare uno specchio sul comodino o dove più vi piace.

Scegli dove aggrapparti

Solitamente la pecorina prevede che l’uomo sia dietro e tenga lei per i fianchi. Ma durante l’azione e il contorcimento dei corpi l’uomo può adagiarsi sulla schiena di lei per arrivare ad afferrarle il seno e i capezzoli durante la penetrazione, facendola eccitare ancora di più.

Non dimenticare gli schiaffetti

Un tempo non era così comune, ma oggi sembra essere diventata un’abitudine per tutti. E sappi che le donne lo pretendono. Mentre la scopi, dalle ogni tanto uno schiaffo sul culo. Mi raccomando a non tirare ceffoni da pugile, ma non devono essere neanche schiaffetti mollicci da bambini. Più che la botta si deve sentire il sonoro, che rende tutto molto hot.

Masturbala

Durante la penetrazione, tieniti con una mano ben aggrappata su un fianco, solitamente con la sinistra. A meno che tu non sia mancino. E con l’altra, abbassandoti leggermente, scendi a masturbarle il clitoride usando due dita bagnate di saliva. Sentirai la sua eccitazione crescere e l’aiuterai nel raggiungimento dell’orgasmo.

Falla masturbare

Questa volta non sei tu a toccarle il clitoride ma è lei che inizia a masturbarsi con piacere mentre riceve i tuoi colpi ben assestati da dietro. A tante donne piace farlo perché si sentono porche. E tu avrai la bella visione di vederla masturbarsi mentre la penetri.

Un finale a testa bassa

Prima ho detto che è bello vedere il corpo femminile ben teso sulle braccia e con spalle e testa alti. Ma nelle fasi finali del rapporto, se lei si sente molto coinvolta, è bello anche che lei abbassi la testa giù sul materasso. Avendo cura di sollevare il culo bene in alto per aprirsi completamente all’uomo che la sta penetrando. E per sentire al massimo i colpi più intensi.

Vienile sulla schiena

Anche questo piace parecchio a molte donne. Se siete una coppia che lo fa senza preservativo e non vuoi venirle dentro, arrivato all’orgasmo esci fuori e schizza direttamente sulla sua schiena. Lei rimarrà immobile aspettando di sentire il calore del tuo latte che le bagna la pelle fino all’ultima goccia.

Posizione della pecorina

posizione a pecora

La donna si mette a quattro zampe, con la schiena inarcata, culo ben sollevato e braccia tese, sul letto, sul pavimento, sul divano e aspetta di essere penetrata. L’uomo si posiziona dietro di lei in piedi o in ginocchio, e una volta cominciata la penetrazione può ancorarsi a lei tenendola per i fianchi, aiutandosi così a non perdere la presa.

Conclusioni

Sono sicuro che ora non avrai più dubbi su come fare la pecorina, ma alla fine ricordati che il segreto sta tutto nel ritmo. Tenendo lei per i fianchi puoi garantire un ritmo costante. Senza il rischio di allontanarti eccessivamente durante il “dentro e fuori”, magari rischiando di uscire senza volerlo. Cosa che potrebbe accadere se lo fai senza reggerti con le mani. E allo stesso modo grazie a questa presa puoi distanziarti, per dare maggior gioco e ampiezza alla penetrazione. L’unico vero problema della pecorina è che essendo una posizione estremamente eccitante, non è molto indicata se soffri di eiaculazione precoce. In quel caso, scegli di praticare una classica missionaria o qualche altra posizione dove il contatto fisico e visivo è meno accentuato.


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SU TELEGRAM>>>

X