Bondage Dolce: Tecniche per Iniziare

Condividi l'articolo

Il Bondage Dolce è un’affascinante ed eccitante disciplina erotica applicata al mondo del BDSM. Consente ai principianti di giocare con il partner applicando tecniche di legature del corpo di facile esecuzione. In questo post, troverai dunque degli spunti per incominciare la pratica del sadomaso soft, permettendoti di iniziare questa emozionante disciplina.

Che cos’è il bondage dolce

Il bondage dolce è una pratica sessuale basata sulla costrizione consensuale fisica del partner con corde, bavagli, cappucci, manette ecc. In questo modo il dominatore impedisce alcuni sensi del dominato in un gioco di piacere reciproco alla base del quale c’è estrema fiducia. Il bondage dolce è una delle varie nuance di questa pratica e come si può intuire dal nome stesso è un modo soft per conoscere il mondo del vero bondage.

Bondage dolce: Cosa fare prima

Dopo l’uscita nel 2015 del film Cinquanta sfumature di grigio, l’interesse per il BDSM è cresciuto in tutto il mondo. Gli esperti consigliano comunque di partire da un bondage dolce, una variante del bondage che permette di sperimentare questa pratica in modo soft, evitando così, situazioni poco piacevoli.

Ecco cosa devi fare prima di iniziare la pratica del bondage dolce:

1) Parla con il tuo compagno per sapere fino a che punto è disposto a spingersi nei giochi.

2) Chiedi quale ruolo è disposto a interpretare durante i giochi Bondage

3) Devi capire tu stesso cosa vuoi e cosa provi.

Questi step sono fondamentali perché la schiavitù, anche se per gioco, può indurre panico.

In questa pratica c’è bisogno di un dominatore che prende le decisioni e di un sub che si sottometta alla sua volontà, una sorta di diseguaglianza tra i due ruoli così come riportato nel brano Master And Servant dei Depheche Mode.

Da dove iniziare con il bondage dolce

Per iniziare ad avvicinarti a questa pratica, puoi optare per il bondage per principianti, usando tecniche soft che ti permetteranno di capire se desideri spingerti più in là e passare al bondage vero e proprio.

1. Tecnica dello Shibari

Una delle tecniche leggere, si ispira all’antica arte giapponese del Shibari ovvero la tecnica dei nodi sul corpo del tuo partner. La cultura dello Shibari ha radici antiche, veniva tradizionalmente usata anche nelle cerimonie religiose giapponesi per simboleggiare il collegamento tra il divino e l’umanità.

Molte coppie che vogliono ravvivare il desiderio sessuale, provano questa tecnica per ritrovare la passionalità perduta.

Ecco alcune legature dello Shibari:

Kotobu Ryo-tekubi shibari  è la legatura che si effettua nella parte superiore del corpo, dove solo i polsi sono legati insieme dietro la nuca e successivamente fissati ad un’imbragatura del torace creata dallo stesso pezzo di corda.

Kariudo shibari  è la legatura del cacciatore. Viene chiamata così perché le braccia sono legate in modo che ricordano un fucile a tracolla. Un braccio è legato sopra la spalla e fissato con l’altro che è piegato dietro la schiena.

Jiai shibari  è la legatura dell’auto-abbraccio. Viene chiamata in così perché le braccia sono legate nella parte davanti al corpo, sono piegate al gomito e fissate sulla spalla opposta, per simboleggiare un abbraccio.

Santen tsuri  shibari è la legatura dove il soggetto è sospeso dalle caviglie, poi sollevate davanti al corpo. La parola santen significa cima di montagna. 

Tengu shibari  è la legatura del demone. Viene chiamata in questo modo perché le braccia sono legate in una maniera che ricordino le ali dei demoni nelle illustrazioni mitologiche tradizionali giapponesi. Ogni polso è legato al rispettivo braccio e poi tirato leggermente indietro e fissato  ad un’imbracatura del corpo. Quest’ultima è di solito solo decorativa.

Tutorial su come effettuare la legatura del chokushin gote shibari

2. La tecnica del blindfolding

Una delle pratiche più diffuse del bondage dolce è il blindfolding, (il bendaggio). Anche se è un soft bondage, gli esperti consigliano che il dominatore, dopo aver posto la benda, esca dalla stanza cinque minuti per dare la possibilità al sottomesso di entrare nel suo ruolo e acquisire confidenza con lo spazio che riuscirà solo a percepire senza riuscire a vedere. Al ritorno del dominatore i due dovranno essere da subito audaci e sicuri, sempre rispettando i limiti da loro imposti, prima di iniziare l’elettrizzante gioco.

Questo non vuol dire partire in quarta, anzi dovrai iniziare delicatamente per aumentare la tolleranza al dolore in modo progressivo per far proseguire il gioco. Puoi rendere questa esperienza ironica o sofisticata a seconda delle vostre personalità. Ti starai chiedendo perché questa pratica eccita così tanto… Sembra che se la vista è bloccata il partner non possa prevedere gli atti sessuali e la soppressione di questo senso fa in modo che il corpo attivi altre capacità sensoriali rendendo l’esperienza molto più intensa a livello fisico.

A volte è associato a un bondage moderato per cui il partner bendato è anche impossibilitato a muoversi e quindi totalmente in balia del proprio partner.

3. La tecnica del gagging

La tecnica del gagging, (bavaglio), è largamente usata soprattutto nel bondage dolce. Si tratta di imbavagliare il proprio partner, costringendolo al silenzio. Questo provoca eccitazione sia nel domato, che non può parlare ma solo emettere dei suoni sottomessi, che nel dominante.

Inoltre questa tecnica può essere associata ad altre pratiche come il blindfolding o shibari.

Bondage chat

bondage dolce con ragazza in lingerie sadomaso

Un altro modo per provare il bondage dolce è quello di avvalerti delle videochat erotiche come RIVFetish o Livejasmine. In questi siti puoi chattare o videochattare con camgirl che eseguono il BDSM in webcam e avvicinarti alla pratica del bondage in modo soft iniziando a sperimentare il bondage dolce con il fascino e il piacere che circonda questo mondo.

Per approfondire il mondo del bondage chat, visita il post creato appositamente per le chat BDSM che trovi in questo link.

ENTRA ORA IN BONDAGE CHAT


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *