banner
BDSM

Aghi e BDSM: Consigli per un Needle Play Sicuro

Condividi l'articolo

La Scena BDSM è piena di persone che trasformano il gioco del dottore in qualcosa di inaspettatamente interessante e, per certi versi, pauroso. Il needle play, ovvero il BDSM con gli aghi, è solo uno di questi giochi.

Tante persone hanno paura degli aghi e l’ambiente BDSM non fa eccezione, ragione per cui il needle play è una pratica abbastanza di nicchia. Inoltre, l’inserimento di oggetti sottopelle richiede precauzioni non necessarie con giochi più mainstream, come ad esempio le sculacciate o il bondage. Eppure, il gioco è meno cruento di quanto si crede.

Gli aghi sono pensati proprio per penetrare la pelle provocando meno dolore possibile, come sa chiunque abbia fatto un prelievo o un’iniezione almeno una volta nella vita. In più, nel needle play si fora esclusivamente la pelle: muscoli e vasi sanguigni vengono lasciati stare e, infatti, spesso non esce nemmeno una goccia di sangue.

Come detto sopra, però, per usare gli aghi nel BDSM bisogna prendere delle precauzioni: quali sono?

Quali aghi usare per il BDSM

Tutto inizia con degli aghi di buona qualità e pensati appositamente per bucare la pelle. Lascia perdere aghi da cucito, spille da balia e compagnia cantante: sono tutti realizzati in materiali poco compatibili con l’organismo e hanno punte troppo grosse per penetrare la pelle. Insomma, rischi di fare un pasticcio.

Gli aghi migliori per il needle play sono i classici aghi ipodermici monouso, ovvero quelli che si usano per fare le iniezioni; vanno bene anche gli aghi da piercing. Gli aghi in questione sono infatti dotati di una punta sezionata in diagonale, che apre gli strati superficiali della pelle in modo netto e senza traumi. Al contrario degli aghi che si usano per i giochi con le suture, sono dritti e dotati di un cappuccio colorato che ne indica lo spessore.

La cosa migliore degli aghi ipodermici è la possibilità di comprarne interi pacchi per pochi euro. Ti basta fare un giro su qualsiasi negozio online di forniture mediche, per trovare confezioni da 100 pezzi a 5 euro o meno. In questo modo hai la sicurezza di star acquistando aghi sicuri e, ciliegina sulla torta, puoi scegliere tra una vasta gamma di dimensioni.

Posso usare gli aghi da agopuntura?

Gli aghi da agopuntura non vanno bene per il needle play propriamente detto, dato che non sono adatti a penetrare la pelle. Piuttosto, li si può usare per eseguire una sorta di agopuntura erotica volta a stimolare zone erogene. Per farlo, però, servono quanto meno una conoscenza minima dell’agopuntura tradizionale e l’attrezzatura adatta.

Scegli un posto PULITO

Dove praticare needle play
Dove praticare needle play

Il needle play richiede una pulizia quasi maniacale, proprio come le suture erotiche: si parla pur sempre di infilare oggetti estranei sottopelle, con tutti i rischi di infezioni connessi. Anche per questo motivo, le feste BDSM riservano quasi sempre un angolo solo per il clinical, con lettino facile da pulire e spray disinfettante a portata di mano.

Per praticare a casa non ti serve una sala operatoria, ma semplicemente un ambiente pulito. Procurati una panca o un lettino e un rotolone di lenzuola di carta, per facilitare la pulizia. Prima di iniziare, lava le superfici che hai intenzione di usare – vassoi, tavolini, ecc. – con un prodotto igienizzante.

Usa i guanti

A cosa serve comprare aghi monouso, sterilizzati e confezionati uno a uno, se poi li tocchi con le tue manacce piene di batteri? Prima di fare qualsiasi cosa, quindi, lavati bene le mani con sapone antibatterico e usa guanti monouso.

Nell’ambiente girano storie surreali di dom che, dopo aver scartato un ago nuovo di zecca, hanno iniziato a giocherellarci con le mani nude. Sii prudente: non essere il prossimo e usa quei benedetti guanti.

Mi raccomando, scegli sempre guanti certificati per utilizzo medicale, così da andare sul sicuro. Nei succitati negozi di forniture mediche, ne puoi trovare di tutte le misure e i tipi; sono disponibili anche i guanti in nitrile, qualora tu o il partner siate allergici al lattice.

Aghi e BDSM, disinfetta (e divertiti nel farlo)

Disinfettare dopo il needle play
Disinfettare dopo il needle play

Sai cosa non è per niente sterile? La pelle umana: ogni centimetro di pelle è pieno di microrganismi che aspettano l’occasione per infilarsi dentro di noi. Ecco perché dovresti sempre disinfettare la pelledella vittima del sub, prima di infilare l’ago.

L’ideale è lavare la pelle con un sapone antibatterico, sciacquare bene, asciugare, passare acqua ossigenata. In questo modo, non rischi di trasferire i batteri sull’ago sterile e dentro la ferita. Una volta finito, i buchi vanno ovviamente disinfettanti e questo può diventare molto divertente.

Quando il gioco dura più di qualche minuto, l’organismo forma dei piccoli coaguli intorno agli oggetti estranei, coaguli che si rompono quando sfili gli aghi. In più, ti è mai capitato di versare alcol o acqua ossigenata su una ferita aperta? Brucia terribilmente.

In commercio puoi trovare tantissimi disinfettanti che non bruciano: ti consiglio di tenerne uno a portata di mano, per sicurezza. Se però ti senti sadico, procurati un disinfettante tradizionale nella versione spray e, una volta tolti gli aghi, spruzzalo sull’area “trattata”.

Buon divertimento ad entrambi.

Ti ho incuriosito? Ti lascio un video dedicato al needle play, purtroppo disponibile solo in inglese. Potrai ripercorrere alcuni dei punti visti nell’articolo e vedere come si inseriscono gli aghi.

aghi suture

.....
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *